Casco modulare o casco integrale? Si tratta di una scelta per la quale entrano in gioco valutazioni personali. E’ tuttavia utile fare un riepilogo delle principali differenze tra casco modulare e casco integrale per aiutare i motociclisti a fare una valutazione corretta.

In prima battuta, occorre rilevare come anche il casco modulare sia, in realtà, integrale. Per questa ragione, può ricevere ben due omologazioni: una per la versione integrale (P, che sta per Protective) e una per la parte modulare (J, cioè Jet). Solo in presenza di una doppia omologazione, sarà possibile sollevare la mentoniera o addirittura sganciarla con pochi semplici movimenti.

Il sollevamento della mentoniera e la possibilità di viaggiare come se avessimo un casco Jet è il vantaggio maggiore indicato dai motociclisti. Il casco integrale, a causa della sua forma più compatta e più chiusa, non ha la stessa versatilità: si può sollevare la visiera, ma niente di più.

Linearità e semplicità del design sono le caratteristiche base di un casco integrale. L’originalità e la naturale voglia di distinguersi sono principalmente affidate al design e al colore del casco. In non pochi casi vengono riprodotte le livree di piloti di MotoGP o di Superbike. Il casco modulare, invece, combina originali soluzioni di design con l’aerodinamicità, caratteristica che lo contraddistingue e lo rende unico.

A vantaggio del casco integrale va annoverata la silenziosità in marcia. Il casco modulare, infatti – soprattutto se alzato – può produrre micro-turbolenze che possono essere fastidiose per il confort di viaggio. Il casco integrale è anche più vantaggioso nel peso. I meccanismi di apertura e di sollevamento della visiera del casco modulare producono un aumento del peso complessivo: nei viaggi brevi può non rappresentare un problema, ma per tratte molto lunghe non affaticare troppo il collo.

Alla fine, tuttavia, la scelta è personale. Il confronto tra i due tipi di caschi fa emergere che pregi e difetti sono ben distribuiti e nessuno dei due prevale nettamente sull’altro.

Ti potrebbe interessare anche

Commenti