Capita spesso di dover vedere la spia sul cruscotto che segnala una lampadina malfunzionante o addirittura bruciata. Ove sia possibile la sostituzione in maniera piuttosto semplice, questa è possibile farla personalmente, senza dover ricorrere all’officina o all’elettrauto.

Sì, ma quale lampadina va inserita? Quale è meglio? Il campo è una jungla ed è bene guardare attentamente il libretto manutenzione auto per vedere la tipologia di lampadina. Le più diffuse, parlando di anabbaglianti, sono le H7 e le H4 (identificano l’attacco) e bisogna quindi attenersi alle caratteristiche prescritte dalla casa produttrice dell’automobile, onde evitare seri danni all’impianto elettrico, oltre al fatto di non essere poi a norma.

Le 5 migliori marche di lampadine per auto sono identificabili tra le seguenti:

1) PIAA: sono lampadine eccellenti quelle di questa azienda che offre una qualità eccelsa. I costi sono elevati rispetto ad altre tipologie di lampadine, ma la differenza è notevole sia in termini di qualità dei componenti, che in termini di resa.

2) HELLA: azienda che ha mantenuto una certa “conduzione familiare”, hanno un ottimo rapporto qualità prezzo, in relazione anche alla durata delle lampadine stesse.

3) PHILIPS: offre un’ampia verietà di prodotti, anche a costi abbordabili e ha una reto distributiva piuttosto capillare. Infatti anche nei grandi ipermercati si possono trovare lampadine tipo Vision Plus o Night Vision.

4) OSRAM: sono più o meno sullo stesso piano di Philips e offrono caratteristiche molto simili ad esse.

5) BOSCH: sono buone lampadine, si equivalgono a Osram e Philips, ma sono più difficili da trovare rispetto ad esse. Sono spesso montate sulle auto come primo equipaggiamento.

 

Ti potrebbe interessare anche

Ella scrive

Thanks for being on point and on tatreg!

Commenti