furti d’auto

Non è certo una situazione piacevole quando improvvisamente, magari uscendo dal cinema o da una pizzeria, dopo un momento di relax e di gioia, arrivando al parcheggio non si trova più la propria auto. Quando si inizia a pensare alla possibilità che sia stata rubata, sale la tensione e lo stupore, ma ancor peggio è quando si realizza veramente che l’auto non c’è più. Si è davanti ad un vero e proprio furto.

Che fare dunque a questo punto?

La prima cosa da fare è provare a ragionare e cercare nelle vicinanze di dove era stata lasciata precedentemente se vi sono parti della propria auto. Questo perchè potrebbe far capire se è stata danneggiata e, qualora lo fosse, è importante conservare eventuali pezzi. La seconda cosa da fare è recarsi immediatamente al comando di Polizia o alla caserma dei Carabinieri più vicina e denunciare il furto, descrivendo bene il luogo, la via, l’orario in cui l’auto è stata parcheggiata. Queste informazioni sono fondamentali in quanto facilitano la ricerca di eventuali video registrati dalle telecemere presenti nelle vicinanze. Eventuali parti di auto possono aiutare nella ricostruzione dei fatti e avere un quadro migliore e più completo.

Appena possibile è importante compiere una terza operazione, ossia quella di denunciare il furto alla propria assicurazione. Per far ciò è necessaria la denuncia alle forze dell’ordine (quindi il passaggio cronologico precedente), che consiste in un foglio che esse rilasceranno a testimonianza della reale denuncia effettuata. E’ importante fare quanto prima la denuncia all’assicurazione per evitare che eventuali malefatte del ladro possano ricadere sulla propria persona e gravare sia civilmente che penalmente.

Sono fondamentalmente questi i passaggi da compiere in caso di furto di auto: Polizia, Carabinieri e le forze dell’ordine dedicate a cercare qualsiasi possibile traccia si porranno al lavoro in mode tanto più preciso quante più precise saranno le indicazioni fornitegli.

Ti potrebbe interessare anche

Commenti