Quando si visita un salone internazionale dell’auto dell’importanza di quello di Ginevra, è più facile sicuramente imbattersi in un’auto molto costosa piuttosto che in un’utilitaria oppure in una vettura alla portata di tutti. Questo perché a tutti piace apparire, mettersi in vetrina, attirare l’attenzione e gli sguardi dei visitatori, al fine di attrarli nel proprio stand.
Infatti diverse sono le case automobilistiche che hanno presentato macchinoni lussuosi e costosi, alcuni dal taglio spiccatamente sportivo, altri ancora dalla fisionomia più elegante e signorile.
E’ il caso della Bentley Continental GT che con il suo nuovo modello W12 con motore biturbo da 6 litri capace di erogare ben 590 CV e 720 Nm di coppia, sfiora i 200 mila euro (senza optionals).

Non sarà tra le più costose in termini assoluti, ma la nuova Lotus Evora 400, dotata appunto di 400 CV estratti dal suo motore 3500 di cilindrata e capace di raggiungere i 300 kmh, ha un costo prossimo agli 80 mila euro (non si ha la certezza dato che la produzione inizierà da metà 2015).

Altra perla è l’Aston Martin Vantage GT3 (in fotografia), a detta di molti la più bella del salone, che è ispirata alle corse e prodotta in solo 100 esemplari, che con 600 cavalli e 700 Nm di coppia non si quantifica nemmeno in termini di prezzo. Il nome pare esser provvisorio nel senso che dovrebbe cambiare e diventare GT12, onde evitare confusioni con Porsche.

Formidabili sono le McLaren P1 GT3 e 675 LT, vetture supersportive con prezzo che dovrebbe essere superiore a 200 mila euro. Anche Mercedes entra in classifica con la AMG GT3 vettura orientata alla competizione che supera i 150 mila euro, a cui fa seguito la Porsche con la Cayman GT4, che ha un prezzo di circa 90 mila euro, ma che presto potrebbe superare i 100 mila qualora si scelgano pochi optionals, tra cui i freni da competizione carbonceramici.

Ultima chicca è  la Ferrari 488 GTB dotata di 670 cv e capace di scattare da 0 a 200 kmh in 8,3 secondi, ma il prezzo non é  ancora svelato.

Tralasciando i vari concept e prototipi vari, oltre agli “esercizi” di carrozzeria della varie aziende che a mano modellano e cesellano auto su misura e su specifica richiesta, le quali possono anche arrivare a costare diverse centinaia di migliaia di euro.

 

Commenti