19 settembre 2016

Migliori SUV economici 4×4. Siamo andati alla ricerca di alcuni SUV 4×4 che siano più economici nel mercato di vendita attuale.

Da qualche anno va di moda, indipendentemente dalle reali necessità, acquistare SUV.

Questo probabilmente perché i tempi di percorrenza delle strade sono sempre più lunghi, le strade sono meno sicure e gli automobilisti preferiscono una vettura solida, imponente ed estremamente comoda.

Da qui il trionfo del SUV come prima macchina sia in città che in montagna o in campagna.

Le vendite dei SUV, negli ultimi anni sono aumentate in maniera esponenziale. Addirittura del 10% nell’ultimo anno.

Ormai il SUV fa tendenza.

Certo è che ci sono alcuni SUV che hanno dei prezzi proibitivi, non adatto all’utente medio.

Da qui la necessità, per le case automobilistiche, di creare vetture che abbiano un buon rapporto qualità prezzo.

Siamo andati alla ricerca di alcuni SUV 4×4 che siano più economici nel mercato di vendita attuale.

Non potendo numerarli tutti, ne prendiamo solo alcuni da esempio, tra i più “gettonati”.

La prima tra le più accessibili è sicuramente la Suzuky Jimmy. E’ un SUV non particolarmente ingombrante, linea non particolarmente squadrata la Jimmy ha dei prezzi adeguati, una delle più accessibili. Si parte dai 17.000 euro prezzo base.

La Fiat Panda 4×4. Ancora la 4×4 city car di casa Fiat. Dal look innovativo Fiat panda 4×4 parte dai 15.000 euro la versione basic.

E ancora.

La Lada Niva è una fuoristrada progettata più di 30 anni fa, adatta a chi fa pochissimi chilometri e la usa prevalentemente in campagna., il comfort, la sicurezza e la dinamica sono quelli d’altri tempi

Il prezzo base parte dai 12.000 euro.

Di  origine rumena, Dacia Duster è un SUV low cost entrato in produzione nel 2010.

Duster un’ottima alternativa ai crossover di fascia media.

Un SUV spazioso, con ottima guidabilità, parte da una base di 11.000 euro chiavi in mano.

Può affrontare percorsi sterrati, terreni complessi e con la versione a trazione integrale (4×4) si possono percorrere, anche tratti fuoristrada non troppo impegnativi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *