Le candelette di preriscaldamento presenti nei motori diesel, vanno sostituite soltanto se si avvertono problemi all’avviamento: esse infatti hanno il compito di portare alla giusta temperatura la camera di combustione, dato che l’avviamento di un motore diesel avviene per autoaccensione, quindi è necessario portare calore aggiuntivo. Le candelette di preriscaldo servono dunque a preparare le corrette condizioni termiche per avere la combustione spontanea della miscela aria-carburante.

In rete si trovano diversi tipi di candelette ma ciò che importa è innanzitutto il passo del filetto di montaggio. E’ inutile prendere una candeletta che poi non è possibile il suo montaggio per una differente filettatura.

Portando l’auto presso la rete ufficiale, il costo delle candelette (solitamente 4) e della loro sostituzione si può aggirare intorno al centinaio di euro. In sè l’operazione richiede non molto tempo ma il prezzo della manodopera può parzialmente influire sul conto finale (dipende sia dalla zona geografica che dal marchio: un’officina Audi a Milano lavorerà ad un prezzo orario superiore di un’officina Audi della Basilicata, ma un’officina Audi avrà comunque un prezzo superiore rispetto ad un’officina Dacia o Peugeot. Così vale per Mercedes, Bmw e via discorrendo).

Per risparmiare qualcosa ci si può rivolgere a centri specializzati in manutenzioni, come ad esempio Bosch Car Service, A Posto, Midas e simili. Sono professionali e l’operazione non è complicata. Inoltre Bosch produce anche candelette proprie di ottima fattura. Altre candelette di ottima marca sono le NGK.

Possibile anche la sostituzione fai da te in casa, ma con un kit apposito che si trova comodamente on line a da rivenditori specializzati in ricambistica auto.

 

 

Ti potrebbe interessare anche

Commenti