Azioni Tesla: impennata dello stock price, motivi della crescita

Azioni Tesla in crescita innaturale: lo stock price della casa automobilistica ha toccato quasi gli 800 dollari imponendosi come forza seconda solo al Bitcoin.

Tesla cresce ancora in borsa. Il gigante automobilistico statunitense è riuscito a stupire tutti aumentando ancora il valore delle sue azioni. Il palco perfetto è stata la borsa di New York. La società di Elon Musk ha infatti fatto il pieno nella giornata del 3 febbraio a Wall Steeet con dei risultati davvero impressionanti, concludendo le contrattazioni con un balzo impressionante.

Infatti l’aumento di cui si parla è addirittura pari al 20%, a voler essere pignoli del 19,8 %. Il risultato è stato che il valore di un’azione è salita a 780 dollari, registrando questa seduta come la migliore da maggio del 2013.

Azioni Tesla: stock price impossibile

Elon Musk e la sua società hanno guadagnato 130 dollari in un solo giorno, andando a chiudere con 650,57 dollari dalla chiusura di venerdì, risultati stupefacenti che vanno a fare salire il valore del marchio statunitense dell’ 86% . L’ incremento è stato del 100 % in tre mesi e del 220% in soli sei mesi. Un dato considerato impossibile nell’ambiente azionistico mondiale: secondo solamente al Bitcoin, la criptovaluta dei “sogni”.

Advertisements

Tesla cresce in borsa: previsioni

I risultati già raggiunti sono impressionanti, ma state a sentire le previsioni del ceo di ARK Invest, Catherine Wood. In una nota agli investitori, l’esperta ha scritto cosa si aspetta dal futuro – “Tesla potrebbe arrivare a valere fra i 700 dollari e i 4000 dollari in cinque anni- ha calcolato ed in base a questi numeri Tesla supererebbe i mille miliardi di capitalizzazione. In caso di Toro, le azioni dell’azienda californiana arriverebbero a superare i 15.000 dollari nella previsione più ottimista e a 1.500 nella più pessimista.

Da cosa dipende l’uno o l’altro scenario?

Le variabili sono tre. Una è l’aumento dei margini lordi pari al 40%, la seconda è l’efficienza del capitale che va migliorata grazie alle economie di scala per i volumi produttivi maggiori. L’ultima è l’evoluzione nei sistemi di guida autonoma per i taxi digitali. Il merito di tanta crescita sta nella tecnologia avanzata che, a quanto dicono gli interni, il brand non solo è in vantaggio rispetto ai competitor nello sperimentare la tecnologia elettrica, ma anche dei computer stessi.

Il Cybertruck ha mosso le azioni?

Probabilmente no, ma è strano vedere come dalla sua uscita i risultati si siano completamente ribaltati. La Model Y non ha avuto lo stesso impatto del pick-up presentato da Elon Musk alla fine del 2019. Un successo inaspettato che ha visto, tra le cose, la crescita della liquidità dell’azienda. Un’altro modello in arrivo che potrebbe far aumentare ancora il valore delle azioni Tesla è la Tesla Roadster.

Shortsellers rovinati, aumenti in Asia

Questa è la doppia faccia della medaglia. Per uno che vince c’è qualcuno che perde. Tesla sancisce la sua vittoria in Asia, creando la sua joint vecture con la Panasonic. A rimetterci, sono invece gli shortsellers. Chi sono? Coloro che acquistano un titolo sperando che vada a picco. Gli shortsellers di Tesla hanno perso più di 8 miliardi. Il marchio invece, vola alto, sempre di più, con le sue ali elettriche della Model X.

Scritto da Silvia Giorgi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Peugeot Rifter: prezzo, dimensioni e interni anche in versione 4X4

Land Rover Discovery Sport 2020: prezzo, dimensioni e interni

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media