Ducati Panigale V2, la nuova supersportiva media

La Ducati Panigale V2 sembra offrire agli utenti tutto ciò che serve per godersi la moto sportiva senza l'impegno che occorre per gestire una "mille"

La Ducati Panigale V2 non è altro che la “vecchia” Panigale 959 rinominata. La nuova denominazione è arrivata lo scorso anno insieme ad un rinnovamento estetico che l’ha resa molto vicina alla regina della gamma Ducati, la Panigale V4. Questa moto diventa molto interessante dal momento che le classiche supersportive medie 600 cc a quattro cilindri come la Yamaha R6 (disponibile solo per uso su pista) o la Kawasaki Ninja 636 non esistono più, almeno per quanto riguarda l’Italia.

Non tutti hanno le possibilità – o la voglia – di gestire una supersportiva 1000 e per il momento l’unica possibilità per questi utenti è rappresentata dalla Panigale V2, infatti moto come la stessa Ducati SuperSport o l’Aprilia RS 660 non sono delle sportive “pure” come la V2.

Com’è fatta la Ducati Panigale V2

L’elemento centrale – nel vero senso della parola – della Panigale V2 è il motore bicilindro Superquadro a V di 90 gradi da 955 cc che eroga 155 cavalli a 10750 giri/min e sviluppa una coppia di 104 Nm a 9000 giri/min.

Il motore è posto come elemento strutturale, la testa è infatti fissata direttamente al telaio, che è un monoscocca Front-Frame in lega di alluminio che funge anche da Air-box. Il resto della parte ciclistica è composto all’anteriore da una forcella Showa BPF rovesciata con steli da 43 mm in acciaio cromato completamente regolabile e al posteriore da un ammortizzatore Sachs regolabile. Il posteriore termina con il forcellone monobraccio in acciaio. L’impianto frenante marchiato Brembo è costituito da pinze anteriori M4.32, una coppia di dischi anteriori da 320 mm e un disco singolo posteriore da 245 mm.

Advertisements

Le misure degli pneumatici sono di 120/70 all’anteriore e di 180/60 al posteriore con cerchi da 17 pollici. Passando alla parte elettronica, troviamo una piattaforma inerziale a 6 assi che rileva gli angoli di rollio, beccheggio e imbardata nello spazio, completata da un pacchetto elettronico ricco: ABS Cornering EVO, Anti-impennata EVO, controllo freno motore EVO, controllo di trazione EVO 2 e cambio elettronico up/down EVO 2.

Sono disponibili tre Riding Modes chiamate Street, Sport e Race, che non modificano il valore di potenza ma agiscono sull’erogazione del motore e sui controlli già citati.

Prezzo e disponibilità

La Ducati Panigale V2 – già omologata Euro 5 – è già disponibile presso i rivenditori Ducati ad un prezzo di 17.990 euro franco concessionario in due colorazioni: la classica totalmente rossa e la “White Rosso” arrivata nella seconda metà del 2020.

Scritto da Stefano Ferrari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bmw M3 Touring: prezzo, caratteristiche e scheda tecnica

Le auto di Fast and Furious 8: Bentley, Lamborghini e non solo

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media