Le puntate speciali del Grand Tour 4 costano alla produzione tantissimo

Top Gear, forse lo si ricorda così, ma è Grand Tour 4 è il nuovo nome dell'ultima stagione del programma automobilistico prodotto da Amazon e condotto da Jeremy Clarckson.

Andy Wilman, produttore e regista del Grand Tour 4 si rivela e spiega la sua difficoltà nel fare le puntate del programma. “Un costo elevatissimo” afferma, dovuto al fatto che non ci sono stuntman e tutte le riprese vengono effettuate dai tre famosi giornalisti, Jeremy Clarckson compreso.

Le puntate speciali poi rispetto a quelle standard sono ancora più rischiose a causa dei luoghi inabitati in cui si perde la troupe per girare le scene.

Grand Tour 4: puntate speciali

Quella con le barche è stata forse la miglior puntata di Grand Tour di sempre. Ora i fan attendono un’altro speciale. Wilman rivela: “ci sarà e sarà girato in Madagascar, ma per i tempi di uscita non posso promettere nulla”.

Il problema, anche ora, è sempre relativo ai soldi. L’assicurazione per una sola puntata costa 3 volte come la produzione della stessa e quindi inizia ad essere complesso richiedere i fondi per girare.

Richard Hammond è il più spericolato

E se in molti pensano che la causa di questo rischio sia Jeremy Clarckson rimarrano stupiti di sapere che è invece Hammond ad essere il più pericoloso. Il giornalista infatti, come afferma Wilman, continua a sbattere con le auto e qualsiasi altro mezzo mettendo a rischio la sua incolumità e facendo notevoli danni.

Una cosa che non è stata vista bene dalle assicurazioni che hanno così alzato tutti i premi.

State tranquilli comunque. Ci sarà la quinta stagione, ma nel frattempo, usciranno altri 3 speciali con cadenza casuale rispetto agli incidenti di Richard!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1 2020, calendario e orari TV dei GP: vincerà Ferrari o Mercedes?

Il grave incidente di Alonso alla Dakar 2020: il video è spaventoso

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.