Marcello Gandini non condivide la nuova Lamborghini Countach

"Una negazione dei principi fondamentali del mio DNA".

Marcello Gandini non condivide la nuova Lamborghini Countach. “Per quanto mi riguarda, replicare un modello del passato rappresenta una negazione dei principi fondamentali del mio DNA“. L’eredità di Marcello Gandini non è da prendere alla leggera! Il designer italiano non è stato informato che Lamborghini voleva commercializzare una serie limitata della Countach LPI 800-4.

Questa è basata sulla Aventador ed è stata presentata all’ultima competizione di Pebble Beach.

Secondo lui, Lamborghini gli ha chiesto di filmare una video intervista nel giugno 2021, durante la quale Mitja Borkert (capo del design Lamborghini) gli ha presentato un modello in scala della Countach LPI 800-4. Mentre l’idea di un concept per celebrare il 50° anniversario della Countach faceva sorridere il suo progettista originale, nessuno gli ha mai parlato di produrre un’edizione limitata di 112 esemplari del modello.

Questa versione, infatti, non rappresenta affatto la sua visione.

Marcello Gandini non condivide la nuova Lamborghini Countach

“Ho costruito la mia carriera su un unico concetto: ogni nuovo modello su cui ho lavorato doveva essere un’innovazione. Il coraggio e la sfida di non piegarsi alle abitudini erano l’essenza del mio lavoro”, spiega Gandini.

Marcello Gandini non condivide la nuova Lamborghini Countach dettagli

Ciò che è chiaro è che Marcello Gandini non approva l’uso del nome Countach. Inoltre, ritiene che questo cenno al passato non renda omaggio alla supercar progettata nei primi anni 1970. Una ragione in più per i puristi di prendere le distanze da questa nuova Countach, ma ciò non dovrebbe preoccupare alcuni collezionisti molto ricchi che vogliono aggiungere questa italiana da 814 CV al loro garage.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuova Dacia Duster: quale versione scegliere nel 2022?

Quanto conviene acquistare un’Audi A1 al giorno d’oggi?

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media