Lamborghini Countach rinasce con la tecnologia della Sian

Una versione rivisitata di una delle auto più iconiche del marchio.

La Lamborghini Countach originale è probabilmente il classico Lamborghini per eccellenza, secondo Mitja Borkert, capo designer del marchio. È vero, ci sono state icone simili come Miura ed Espada, ma in termini di effetto ‘wow’ immediato, nessun altro prodotto precedente toglie il fiato come la Countach.

“Per me, la nuova Countach cattura l’essenza del marchio alla perfezione”, aggiunge l’impeccabile presidente Stephan Winkelmann. “Come ogni marchio dovrebbe fare, la Lamborghini segue costantemente il cambiamento in termini di stile, cultura, tecnologia e carisma. “La LPI 800-4 esprime questo atteggiamento evolutivo essendo altamente ispirata, visionaria e straordinaria sotto ogni aspetto. A differenza della Aventador e della Huracan, la Countach sottolinea la tradizionale eleganza sportiva del marchio.

Può essere un po’ più sommessa del previsto, ma è saldamente capace”.

Lamborghini Countach rinasce: tutti i dettagli

Quando si vede per la prima volta la LPI 800-4 accanto all’originale, lo sforzo di Gandini sembra quasi un modello in scala rispetto all’arredo urbano di Borkert. Le ruote della versione Mk1 sono positivamente minuscole. I condotti NACA che alimentano l’aria al V12 sembrano elementi di firma ridimensionati e persi nello spazio.

La serra, infine, è praticamente ridotta all’enorme parabrezza.

Più corta di 730 mm e più bassa di 69 mm, la LP400 era anche molto più leggera di 530 kg rispetto alla sua ricreazione in fibra di carbonio. La LPI 800-4 rende omaggio alla sua antenata adottando alcuni dettagli stilistici caratteristici. Rientrano tra questi le ruote a quadrante telefonico, la grafica dell’ala esagonale, i montanti C a feritoia e le due coppie di prese d’aria.

A differenza delle edizioni SV e SVJ più veloci, l’abitacolo della Countach non è stato ispirato dalla divisione Supertrofeo. L’interno della primissima vettura colpisce per le finiture in pelle morbida, le cuciture a contrasto, i materiali secondari di prima qualità e la sublime maestria.

Lamborghini Countach nuova

Cosa alimenta la Countach reinventata?

La LPI 800-4 è una Sian radicalmente rimodellata, il che spiega perché le specifiche sono praticamente identiche. Entrambi i modelli vantano un sistema mild hybrid alimentato da un supercapacitore che si dice sia tre volte più efficiente di una batteria agli ioni di litio di peso simile. Il motore elettrico aziona direttamente le ruote posteriori, aggiungendo 34bhp e 26lb ft al grintoso 769bhp generato dal leggendario 6.5 litri V12. La potenza combinata è di 803 CV.

La Countach è equipaggiata con la stessa antiquata trasmissione sequenziale a sette velocità ISR, che è stata a bordo fin dal lancio della Aventador nel 2011. Nonostante la funzione e-boost, i tempi di accelerazione 0-62 e 0-125mph rimangono invariati rispettivamente a 2.8 e 8.6sec. La velocità massima è di ben 222 miglia orarie.

Posso comprarne una?

Ne verranno realizzati solo 112 (il numero rende omaggio al codice di sviluppo LB112 della primissima Countach 400). Quando la show car ha lasciato l’Italia per Pebble Beach, solo cinque posti erano ancora disponibili. Per quanto riguarda il prezzo, abbiamo parlato brevemente con un collezionista bavarese che ha appena speso 2 milioni di euro per la sua Countach su misura.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bugatti Divo: prezzo, cavalli, scheda tecnica

Honda NSX Type S: addio 592bhp

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media