Nuova Honda Jazz: caratteristiche, motori, dimensioni, consumi, prezzi

La nuova Honda Jazz si presenta spaziosa e versatile, ma con una gamma molto limitata. Infatti il motore è unico (con scelta di cambio manuale o automatico) e non vi sono spazi di personalizzazione. Il propulsore è l’Honda Vtec alimentato a benzina da 1.3 cc, forte di 102 cv, con la tecnologia tipica della casa giapponese che prevede l’alzata variabile delle valvole.

I consumi dichiarati sono di 19,6 Km/l ma come spesso accade questi valori sono stabiliti con metodologie particolari e si può quindi facilmente immaginare che i consumi medi reali si possano attestare intorno ai 16 km/l o poco meno. Il prezzo di listino parte da 14.600 euro nell’allestimento base, ma per quello più completo è di 17.600 euro, ma aggiungendo quei due o tre optionals possibili (ad esempio vernice metallizzata, sedili riscaldabili), si arriva a superare di poche centinaia di euro i 18.000 euro.

Per il resto l’auto ha già tutto o quasi nella dotazione di serie, soprattutto con l’allestimento Elegance Navi: fendinebbia, avviamento senza chiave, autoradio, climatizzatore, sistemi di frenata di emergenza, sensore pioggia, telecamera posteriore, sensori di parcheggio, navigatore gps, luci diurne a led, cerchi in lega leggera da 16”, regolatore di velocità, e altro. Auto quindi ben dotata che la rende appetibile e concorrenziale rispetto alle concorrenti dirette come Fiat 500L, Nissan Note, Citroen C3 Picasso, soprattutto sfruttando le promozioni.

Advertisements

Le dimensioni sono di 4 metri di lunghezza e 1,7 metri di larghezza, un passo di 2,53 metri, con un peso che supera di pochissimo la tonnellata.
L’auto è rifinita discretamente ma logicamente dei risparmi ci sono, come ad esempio sulla vernice, priva incredibilmente dello strato protettivo del trasparente. Una mancanza stranissima per una casa giapponese che è sempre stata piuttosto attenta e anche gli assemblaggi della carrozzeria sono migliorabili.

Anche gli interni presentano soluzioni un po’ “anticate” e al risparmio, come ad esempio il rivestimento del soffitto, che appare un poco “leggero”. Buono invece il touch screen del controllo e del climatizzatore. L’abitacolo è spazioso e anche dietro si sta bene, anche le qualità di guida sono buone con un motore davvero ben fatto, agile, robusto e scattante. L’auto presenta un assetto piacevole, rigido ma non eccessivamente, con un ottimo cambio manuale (lunga la sesta marcia) e buoni freni.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Promozioni Volvo gennaio 2016

Cosa sono i fari a matrice di led

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.