Notizie.it logo

Quanti cavalli ha la Mercedes F1 2019, Analisi Tecnica

mercedes f1

Quanti cavalli ha la Mercedes F1 2019, Analisi Tecnica. Scopriamo nel dettaglio la vettura schierata dal team di Brackley per il mondiale 2019 di F1.

Quanti cavalli ha la Mercedes F1 2019. In questa analisi andiamo a scoprire in dettaglio la vettura della casa tedesca, detentrice del titolo costruttori in Formula 1. Il team anglo-tedesco senza dubbio è il favorito per la conquista del mondiale F1 2019. Sia perché ha dominato le ultime stagioni, comprendendo al meglio l’avvento dell’ibrido. Ma anche perché, come gli altri team vincenti che lo hanno preceduto, ha dimostrato di riuscire a superare le difficoltà dei test arrivando a Melbourne pronta per vincere. Il motore della W10 è l’unico insieme a Ferrari a superare la potenza dei 1000 cavalli. La vettura è competitiva su qualunque circuito, merito di una messa a punto facile e di caratteristiche complessive superiori alla concorrenza.

Cavalli Mercedes F1

Questi i dati tecnici dell’ultima Mercedes di F1:

Cilindrata: 1600 cc Apertura della V: 90 gradi Cilindrata Cm3 unitaria: 266 cc Alesaggio per corsa: 80×53 mm Peso totale (in ordine di marcia): 743 kg Regime di rotazione massimo: 15000 giri/minuto Potenza motore a combustione: 990 cv

Alimentazione e architettura Mercedes

Alimentazione: mono-turbo Scarichi: uno singolo uscita cofano motore Iniezione carburante: diretta Pressione max iniettori: 500 bar Massimo flusso carburante: 100 kg/h Quantità benzina gara: 140 litri Tipo di iniezione: diretta Centralina ECU: Magneti Marelli Potenza totale del sistema di recupero di energia, con due motori elettrici (ERS-H + ERS-K): 160 cv Utilizzo massimo del sistema di recupero di energia: 34 secondi al giro

Circuiti della Mercedes F1

Mercedes potrà ottenere ottimi risultati da qui al termine del campionato.

Si comincia questo fine settimana con il Gran Premio del Giappone in programma a Suzuka. Il tracciato di proprietà della Honda ha visto vincere Mercedes nelle ultime 5 edizioni. Dopo Suzuka si correrà in Messico e dopo ancora ad Austin, in USA per poi terminare la stagione ad Interlagos e Yas Marina. Sulla carta sembrerebbero tracciati dove il team anglo-tedesco potrà puntare a vincere tranquillamente. Bisognerà fare attenzione però agli avversari.

Ferrari contro Mercedes

Abbiamo infatti visto come Mercedes sembra soffrire particolarmente la Ferrari in condizioni da qualifica, dove bisogna sprigionare tutta la velocità possibile. Il passo gara che era la caratteristica “bonus” di questa W10 è sembrato anch’esso venir meno. Sicuramente questo finale di stagione sarà molto ma molto interessante. La lotta tra Mercedes e Ferrari ha regalato spettacolo ai tifosi e al tempo stesso ha riportato la F1 al suo picco di interesse. Vale sicuramente la pena di vedere questi ultimi GP anche se i titoli sono già più che pressoché assegnati.

L’esito è tutt’altro che scontato. Chissà che non vi possa essere l’intromissione anche di Red Bull per rendere più combattuto il finale di stagione. Sul fronte piloti Mercedes ha confermato sia Hamilton che Bottas. Il contratto del cinque volte campione del mondo britannico andrà in scadenza l’anno prossimo. Mercedes dovrà poi decidere se puntare ancora su di lui per tentare di proseguire questo periodo ricco di successi o guardare altrove magari trovando ed ingaggiando colui che sarà il prossimo campione del mondo.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche