Che cos’è assicurazione gratis BlaBlaCar

E’ arrivata anche in Italia l’iniziativa di BlaBlaCar, primo sito italiano per la condivisione dell’auto che conta milioni di iscritti, che prevede, grazie ad una partnership con la compagina assicurativa AXA, di beneficiare gratuitamente di una assicurazione dedicata.

La copertura garantita da Axa per gli iscritti al sito BlaBlaCar, include diversi servizi, come ad esempio l’assistenza stradale, che garantisce il soccorso stradale nel momento in cui il veicolo non sia in grado di circolare autonomamente, le eventuali spese di pernottamento per conducente e passeggeri (in alternativa a questo è previsto anche il rientro al proprio domicilio in Italia o la prosecuzione del viaggio con soluzioni alternative nel caso il veicolo resti immobilizzato e il punto di assistenza sia chiuso o la manodopera non eseguibile entro le 3 ore).

Copertura curiosa riguarda la spedizione al passeggero degli oggetti personali dimenticati a bordo del veicolo del conducente. E prevede, infine, la tutela legale del conducente relativamente ai sinistri stradali. Piuttosto completa dunque e anche molto interessante perchè tutela in primis proprio il conducente, oltre la normale polizza assicurativa Rca.

L’assicurazione diventerà attiva per tutti i viaggi a cui partecipi almeno un passeggero che abbia organizzato la tratta mediante il sito internet alla sezione della prenotazione online,il quale prevede che il contributo spese venga versato da parte del passeggero in anticipo con carta di credito o PayPal.

Advertisements

Il sistema è ora attivo per i viaggi la cui partenza e l’arrivo siano in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia, Toscana e Sardegna; sarà poi esteso gradualmente a tutto il territorio nazionale nel corso del 2016.

«La partnership con BlaBlaCar ha un valore strategico per Axa in quanto conferma il nostro posizionamento come compagnia assicurativa innovativa, capace di rispondere ai bisogni che emergono con l’affermarsi della sharing economy», dichiara Gianluca Zanini di Axa, il quale aggiunge: «Condividere un viaggio è una formula di spostamento in rapida crescita in tutta Europa, con benefici a livello economico, sociale e ambientale per tutti coloro che la adottano.

Siamo convinti che Axa possa avere un ruolo importante nel consolidamento del ride sharing, che si fonda sulla fiducia e, come tale, può essere rafforzato dall’assicurazione»

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come lucidare un’auto a mano

Prezzo primo tagliando Lancia Y

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.