Classifica 10 motivi per non acquistare un fuoristrada

I segmenti del mercato automobilistico si sono sempre più frammentati in questi ultimi anni e sono nati nuovi nomi, nuove nomenclature e nuove esigenze. Spesso si confonde un veicolo suv con un veicolo fuoristrada, ben più con vocazioni da pendenze e sterrati piuttosto che stradali.

A volte si abusa pure di queste “confusioni” grazie anche al marketing che spesso volutamente confonde le idee, inducendo l’acquisto di un prodotto anche quando questo non serve.

A testimonianza di ciò cerchiamo di mettere in ordine 10 motivi per cui non conviene acquistare un fuoristrada. Ne leggeremo 10, ma già i primi 3 basterebbero.

1) E’ il nome stesso che suggerisce l’uso, quindi se le esigenze sono quelle di viaggiare in strada e quindi su asfalto, il fuoristrada non ha senso.

2) L’uso in città è “eticamente vietato” anche se se ne abusa molto: che senso ha portare il bambino a scuola o in piscina a Milano col fuoristrada? A meno di non dover solcare marciapiedi, svalicare montagne con tornanti e controtornanti, a meno di non guadare fiumi, una vettura normale basta e avanza.

3) I consumi di un fuoristrada sono decisamente superiori a quelli di una vettura, grazie a rapportatura differente, quindi con marce più corte, motori ad alta coppia e quindi poco usufruibili con marce lunghe e pesi maggiori, aerodinamica penalizzante, oltre a trazioni integrali non sempre disinseribili.

4) Praticità limitata nel senso che un viaggio, un tragitto, un percorso, sarà sempre più confortevole su una vettura piuttosto che su di un fuoristrada. Assetto diverso, pesi diversi, ruote diverse, gomme diverse tra fuoristrada e autovettura ne incrementano il comfort a favore di quest’ultima.

5) Le difficoltà di manovra e di parcheggio con un fuoristrada sono maggiori, perchè solitamente più ingombrante, più pesante e con visuale decisamente diversa rispetto ad una vettura.

6) Falsi miti: spesso si pensa che un fuoristrada abbia capacità di carico sempre superiori alle auto, ma spesso non è così.

7) Difficoltà di intervento: sostituire una gomma ad un fuoristrada è più complicato rispetto ad una macchina e le difficoltà si moltiplicano qualora questo fosse guidato da una donna (vale anche per i suv), la quale farà più fatica ad intervenire anche per questioni di forza in gioco, dato che un fuoristrada è spesso più pesante.

8) I costi di manutenzioni solitamente sono decisamente superiori rispetto ad una vettura normale e così anche i ricambi, a partire dalle gomme ad esempio.

9) Quando si va nello sterrato (quelle poche volte che solitamente si va se si prende il fuoristrada per l’utilizzo prevalentemente normale), bisogna avere dimestichezza e praticità nella guida del fuoristrada su sterrato. Nuovi dispositivi elettronici, interventi di differenziali, freni, acceleratore, cambio e sterzo, possono reagire diversamente da come si è abituati, portando incertezza e anche pericolo.

10) Il costo di listino per l’acquisto è superiore a quello di una normale automobile.

Se nonostante questa classifica non si è cambiata l’idea di acquisto, tra un paio di giorni, su queste stesse pagine, daremo giustificazione all’acquisto di un fuoristrada…con 10 validi motivi che appunto ne valorizzano l’acquisto.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tassa agevolata bollo auto storiche Liguria

Incentivi auto Citroen agosto 2015

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.