Fari automobili: quanti sono e dove si trovano

I fari automobili sono molti, dalle luci di posizione agli abbaglianti. Impara a riconoscerli.

I fari automobili rientrano nella categoria dei fanali, dispositivi atti a generare un fascio di illuminazione per gli autoveicoli

All’interno delle automobili abbiamo due tipi di fari: quelli obbligatori e quelli ausiliari. Quelli obbligatori sono considerati dal codice della strada determinanti per la nostra e altrui sicurezza

Quanti sono i fari automobili

Tra gli obbligatori ne contiamo 8 e sono nell’ordine: luci di posizione, proiettori anabbaglianti, proiettori di profondità, luci di stop, proiettori di retromarcia, indicatore luminoso di direzione a luci intermittenti, luci posteriori per nebbia, luci della targa.

Dove si trovano

Le luci di posizione si trovano sul lato anteriore della vettura, su quello posteriore e sui fianchi. Gli anabbaglianti li ritroviamo sulla parte delle lampade poste nella parte anteriore dell’auto.

I proiettori di profondità li troviamo sulla parte anteriore dell’auto all’interno delle lampade poste in basso. Le luci di stop sono poste anteriormente e posteriormente all’auto , ma nella parte più laterale sia anteriormente che posteriormente. I proiettori di retromarcia sono poste su lampadine collocate nella parte posteriore dell’auto lateralmente alla targa. L’indicatore luminoso di direzione a luci intermittenti è collocato lateralmente a destra e a sinistra nella parte alta posteriore all’auto.

Advertisements

Le luci posteriori per nebbia invece nella parte bassa dell’auto nella parte posteriore della stessa. Le luci della targa nei quattro angoli del riquadro della targa, collocate nella parte posteriore dell’auto

Come riconoscere la spia

Luce di posizione: di colore bianco o giallo anteriormente, rosso posteriormente e arancione lateralmente. Non è molto potente ma è comunque importante per segnalare la propria presenza sulla strada. È indicata da una spia verde sul quadro strumenti.

Proiettore anabbagliante: di colore bianco o giallo. È il tipo di faro maggiormente utilizzato per la visione della strada di notte. La spia che lo indica è di colore verde

Proiettore di profondità (cosiddetto Abbagliante): di colore bianco o giallo. Questi fari automobili creano una luce forte e diffusa che illumina a grande distanza la strada. Data la sua intensità ne è vietato l’uso nei centri abitati e in presenza di altri veicoli, in quanto può abbagliare i conducenti.

È possibile utilizzarlo su strade extraurbane sgombre, lampeggiando come richiamo agli altri utenti . È indicato da una spia blu.

Luce di stop: fanale posteriore di colore rosso, più luminoso delle luci di posizione, per la segnalazione dell’azionamento dei freni. All’interno dell’auto sono indicati da un triangolo rosso

Proiettore di retromarcia, dispositivo atto a illuminare la porzione di strada posteriore al veicolo in caso di guida in retromarcia ed a segnalare ad altri veicoli che si sta per procedere in retromarcia.

Le frecce, le ritroviamo con apposito simbolo sulla manopola posta al lato del volante. La luce indicante la frecce dal momento in cui viene azionata è di colore verde

Luce posteriore per nebbia, si attiva attraverso il dispositivo posto sulla manopola al lato destro del volante. La relativa spia è di colore giallo

Luce della targa: serve a illuminare la targa posteriore per renderla più visibile. Viene accesa con le luci di posizione

Scritto da Gaetano Lagattolla
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ferrari, curiosità sulla casa automobilistica

Eurotax: che cos’è e quali sono i documenti necessari

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.