Navigatore auto: come aggiornarlo

Il navigatore auto è diventato uno strumento d’uso quotidiano per moltissimi automobilisti. Ma vediamo bene tale dispositivo: che cos’è e come si fa ad aggiornarlo?

Il navigatore auto è diventato uno strumento d’uso quotidiano per moltissimi automobilisti. Oggetto totalmente sconosciuto fino ad anni fa, adesso è invece diventato un qualcosa di irrinunciabile.

Spesso, anche grazie ad Internet, possiamo collegarci attraverso la rete e usufruire di applicazioni che permettano la navigazione, online o offline. Infine, ne esistono molti che vengono proprio installati sulle vetture, oppure collegati. Il navigatore auto è un qualcosa che deve essere sempre aggiornato. Esso, infatti, ha già le mappe pre-caricate nel sistema, ma il piano del traffico come sappiamo cambia spesso. Per questo motivo ogni tanto va aggiornato. Vediamo assieme come possiamo svolgere questa operazione che vedremo non essere nulla di particolarmente difficile.

Come sempre, ci vuole solo un po’ di pazienza e in pochi minuti il nostro navigatore sarà di nuovo aggiornato e pronto all’uso, per non farci perdere nemmeno un itinerario.

Garmin

In Internet possiamo trovare molti tutorial, anche su Youtube, che ci permettono di aggiornare le mappe dei nostri navigatori, siano essi Garmin, Tom Tom o di altre marche. Sul sito ufficiale www.garmin.com, ad esempio, è possibile aggiornare il vostro dispositivo in pochissimi clic.

Accedendo al sito internet, infatti, avrete la possibilità di effettuare il download del Garmin Express. Questo in più vi fornirà anche tutto l’elenco degli autovelox che vi aiuterà a non prendere multe per eccesso di velocità, con la conseguente perdita di punti sulla patente. Inoltre, aggiornandolo avrete la possibilità di conoscere sempre i locali all’ultima moda, le spiagge, le località artistiche e i punti d’interesse più conosciuti: sarà lo stesso navigatore a segnalarveli.

Installando sul vostro personal computer l’applicazione andrete poi a collegare il vostro navigatore al pc tramite USB e, seguendo le indicazioni, in poche e semplici mosse avrete il vostro Garmin aggiornato. Esiste, inoltre, una procedura particolare per coloro che hanno nell’automobile un navigatore già integrato e che, quindi, per motivi logici non possono collegarlo via USB ad un pc. Cliccando sull’apposito link che trovate sotto il download di Garmin Express, avrete la possibilità di farlo ed è molto semplice.

Tom Tom

Così come il Garmin, anche il Tom Tom è un tipo di navigatore molto utilizzato e che, come tutti, dev’essere spesso aggiornato per non rischiare di essere obsoleto. Come fare ad aggiornare un Tom Tom? Esattamente come la marca precedente, possono esservi varie procedure. Installando sul computer applicazioni come MyDrive Connect o Tom Tom Home, ciò sarà possibile in poche, semplicissime mosse. Anche i meno esperti di informatica non avranno difficoltà ad installare gli aggiornamenti sul proprio navigatore. Alla finestra di gestione del Tom Tom, sull’applicazione scaricata dal pc, è sufficiente cliccare su Aggiorna Dispositivo e attendere che il software si carichi. Successivamente dovrete connettere il vostro dispositivo tramite USB al vostro pc. Si consiglia di non scollegare mai il navigatore dal pc prima che gli aggiornamenti siano conclusi, altrimenti questi ultimi potrebbero non essere portati a termine e l’operazione dovrebbe essere rifatta da capo. In ogni caso, il sito Tom Tom ha al suo interno anche la pagina dedicata alle FAQ, in cui vengono risolte molte problematiche legate all’uso del navigatore stesso e del suo aggiornamento, qualora questo riportasse delle problematiche. Tenere un navigatore aggiornato è sempre la miglior cosa per poter guidare tranquilli ed essere certi di non sbagliare mai itinerario.

Navigatori auto gratuiti

Ultimamente, si fa un gran parlare di navigatori auto gratuiti. Non si tratta di navigatori veri e propri, ma di applicazioni per smartphone o tablet che fungono da navigatore. Molti funzionano online, ma ci sono dei casi in cui riescono a funzionare anche offline. Queste app, però, funzionano solo grazie al GPS sul vostro telefono: se, quindi, non volete attivare il GPS sul vostro smartphone, non avrete la possibilità di usufruire di questo importantissimo e gratuito servizio. Quelle offline sono le più richieste, in quanto non vanno a consumare il nostro traffico mobile o i nostri Giga di internet. Inoltre, spesso, alcune zone non hanno la copertura di segnale richiesta, ovvero la 3G e la 4G: senza ciò, tali navigatori non funzionerebbero. Le mappe dei navigatori in questione vengono installate sulla memoria del vostro dispositivo o, in alternativa, su una scheda SD esterna, se ce l’avete. Le mappe vengono aggiornate, poi, in modo gratuito e ogni mese. Queste applicazioni, inoltre, spesso utilizzano anche le mappe già a disposizione per il Tom Tom e esistono in due metodi di visualizzazione, ovvero sia in 2D che in 3dD.

Per la maggior parte delle nazioni, inoltre, hanno integrato il vocale, cosa che lo fa sembrare a tutti gli effetti simile ad un navigatore tradizionale, con tanto di lingue differenti. Molti navigatori sono disponibili sia per iPhone che per Android. Una volta installate queste app sul vostro telefono personale, dovrete accettare le condizioni di utilizzo, andando a premere sul pulsante Accetta. Si creerà, quindi, un account gratuito che vi servirà per verificare il numero di cellulare. In alcuni casi sono richiesti nome e cognome, nonché un nickname.

In molte applicazioni è possibile autenticarsi anche tramite i social network, ad esempio Facebook.

L’unica “pecca” che hanno le applicazioni per navigatore da cellulare riguarda la batteria. Come tutte le app, anche queste consumano molta batteria. Non sono, quindi, indicate per viaggi lunghi, a meno che non abbiate un’automobile che vi permette di ricaricare la batteria. E’ meglio non ricevere telefonate durante l’uso del navigatore, in quanto la funzione si va a disattivare temporaneamente in questa fattispecie.

Queste applicazioni non hanno bisogno di aggiornamenti, in quanto riescono ad aggiornarsi da sole in tempo reale.

In alcune applicazioni, è prevista l’integrazione di servizi particolarmente utili, come BlaBlaCar, Car2Go, Wikipedia, Trip Advisor, GetYourGuide, Expedia ed Hotel Combined. Sono tutti servizi che permettono di avere informazioni o, nel caso, di poter usufruire di servizi di car sharing, nei luoghi ove ciò sia previsto.

Questo è tutto ciò che dobbiamo sapere se siamo in possesso di un navigatore e non sappiamo come fare ad aggiornarlo. Sia che abbiate un Garmin, un Tom Tom o un’altra marca, come avrete visto, l’operazione non è per niente difficile e anche i meno esperti d’informatica riusciranno nell’intento.

Scritto da Erika Vettori
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Filtro antiparticolato: cos’è e come pulirlo

Deterioramento targa auto: cosa fare

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media