Porsche conferma ufficialmente la 718 elettrica: i dettagli

Il marchio annuncia anche una nuova rete di stazioni di ricarica.

Finalmente, la nuova Porsche 718 elettrica è stata confermata! 33,1 miliardi di euro di vendite, 5,3 miliardi di euro di profitti e un margine operativo del 16% con poco più di 300.000 veicoli venduti, il 2021 è stato un anno record per Porsche.

Infatti, ogni anno è un anno record per il marchio di Stoccarda, che sta seguendo la strategia del gruppo della sua casa madre, VW, in un futuro elettrificato. Anche se, per Porsche, la transizione sarà fatta con una combinazione di auto a combustione, ibride ed elettriche. Nel frattempo, vale la pena ricordare che la Taycan, la sua prima auto a “zero emissioni”, ha venduto più della 911 l’anno scorso

Questo è un buon motivo per investire, tanto che la casa tedesca ha recentemente formato una partnership con Customcells, specialista in batterie di alta gamma, creando la joint venture Cellforce. Quest’ultima consegnerà le sue prime batterie al costruttore a partire dal 2024. Ecco perché Porsche non ha più paura di dire che la prossima generazione di 718, prevista per il 2024, sarà elettrica! Non è certo che la variante a combustione sarà ritirata, poiché una coabitazione tra le due è del tutto possibile.

Porsche 718 elettrica: una nuova rete di ricarica proprietaria

Più di questo annuncio, che è semplicemente una conferma di voci già udibili, Porsche ha anche confermato l’arrivo di una rete di stazioni di ricarica dedicata esclusivamente ai clienti del marchio. La prima stazione sarà installata nel sud della Germania entro la fine dell’anno, con 12 stazioni di ricarica e più di 350 kW di potenza. Altri punti seguiranno rapidamente in Svizzera e in Austria, tra gli altri.

Questo annuncio è un po’ una sorpresa, poiché Porsche aveva precedentemente sostenuto il progetto collaborativo Ionity in Europa, che ora è in fase avanzata. Per rassicurarci, l’azienda tedesca conferma comunque che continuerà a far parte del conglomerato Ionity.

Porsche 718 elettrica

Per quanto riguarda i suoi supercaricatori, il marchio tedesco sta prendendo la stessa strada di Tesla che, prima di aprire i suoi supercharger alla concorrenza, è rimasta esclusiva dei proprietari di Model 3, S, Y o X. Tuttavia, non è certo che l’azienda di Stoccarda decida un giorno di spalancare le sue “prese”, poiché l’attesa ai piedi dei punti di ricarica non si adatta bene all’idea dell’auto top di gamma. Tanto più che il numero di modelli elettrici aumenterà rapidamente.

Macan, 718 e molti altri

Entro il 2025, Porsche avrà già tre modelli elettrici nel suo catalogo: un SUV (Macan), una tourer (Taycan) e una vettura sportiva (718). Non è ancora il momento di parlare di una 911 elettrica, ma il marchio ha comunque dichiarato le sue ambizioni: l’80% delle vendite sarà elettrico entro il 2030. Anche se non è specificato, questa cifra dovrebbe riguardare soprattutto l’Europa. Per il momento, non sappiamo ancora cosa succederà dopo la 718 elettrica, ma una Cayenne senza motore a combustione sembra abbastanza probabile. Il grande SUV dovrebbe infatti essere rinnovato entro il 2024/2025.

E poi ci sono le biciclette elettriche: il CEO ha ricordato la loro importanza in un mercato in rapida crescita. Porsche ci crede, e i recenti investimenti in attori importanti lo dimostrano: per Porsche, il futuro è nell’espansione delle competenze e delle attività.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Alpine A4810: l’auto sportiva a idrogeno che non vedremo

Nissan IM03: scheda tecnica e caratterisitche

Leggi anche
Contents.media