Notizie.it logo

5 consigli per l’acquisto di un’auto ibrida

5 consigli per l’acquisto di un’auto ibrida

L’auto ibrida è qualcosa che ultimamente pare stia prendendo sempre più piede. Le case automobilistiche sono più inclini a proporle nel loro listino, la gente è probabilmente più propensa ad acquistarle. Il discorso fondamentale è che una vettura ibrida non si discosta molto in termini di sensazioni di guida rispetto ad una alimentata totalmente a benzina o a gasolio, anzi, paradossalmente potrebbe pure dare qualche “spunto” in più, proprio grazie al motore elettrico che va a sostegno del motore tradizionale.

Le auto definite Full Hybrid sono quelle che hanno la prevalenza del “moto” generato dal motore elettrico, mentre quelle cosiddette “Mild Hybrid” sono quelle che hanno il motore elettrico il cui contributo interessa soltanto una minima parte del moto.

Vediamo ora 5 consigli che dovrebbero essere tenuti in considerazione prima di procedere all’acquisto di una vettura ibrida.

1) Prezzo: il primo consiglio riguarda il prezzo, il quale è ancora elevato e generalmente la differenza con una vettura benzina o diesel è piuttosto marcata. E’ bene cercare gli incentivi statali oppure quelli delle case automobilistiche, sfruttando qualche promozione oppure cercando vetture già immatricolate dalla concessionaria.

2) Consumo: il consumo di una vettura ibrida è certamente inferiore rispetto ad una vettura a benzina, mentre rispetto un motore a gasolio è da valutare in base alla tipologia e all’auto. Prima di scegliere un’auto ibrida è bene pensare al tipo di percorso che si intenderebbe fare, perchè il risparmio di carburante è sicuramente più accentuato nella guida cittadina, mentre in autostrada o su percorsi extraurbani, dove le batterie intervengono in misura nulla o minima, questo può essere addirittura peggiore per il fatto che comunque la tecnologia disponibile non viene sfruttata in pieno (e l’auto è comunque più pesante a causa delle batterie).

3) Manutenzione: una vettura ibrida non richiede una particolare manutenzione, ma comunque le batterie col tempo si usurano e rischiano di perdere un po’ di efficienza. Chi intende tenersi l’auto per 10 anni, dovrebbe valutare attentamente l’investimento, perchè a lungo andare l’efficienza di tale tecnologia potrebbe ridursi.

4) Spazio: solitamente il baule viene ridotto rispetto alla versione dello stesso modello di auto non ibrido, in quanto devono essere ricavato gli alloggiamenti per le batterie. Se si pensa di dover caricare molto in auto, forse vale la pena pensare ad una soluzione diversa rispetto all’ibrido, proprio per avere una spaziosità maggiore.

5) Circolazione: se si circola in città non si hanno vincoli dovuti a inquinamento o limitazioni dovuto alla classificazione dell’auto. Ci possono essere quindi agevolazioni sia su bollo che sulla circolazione.

In caso quindi di dimora nelle grandi città, l’ibrido può essere una valida alternativa.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.