Alfa Romeo Giuia Quadrifoglio: scheda tecnica e prezzo

La Giulia Quadrifoglio esibisce con fierezza sul laterale il simbolo del quadrifoglio, richiamo al leggendario passato della casa.

Berlina sportiva, aggressiva e velocissima, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio è l’auto da strada più potente mai prodotta dalla casa automobilistica milanese. Il modello è un connubio di tecnologia e tradizione, un collegamento tra passato, presente e futuro.

pub

Alfa Romeo Giulia

Il simbolo del quadrifoglio costituisce un forte richiamo alla tradizione delle gare automobilistiche nel passato dell’Alfa Romeo. Il quadrifoglio viene infatti utilizzato dalla casa di Arese per indicare i modelli più sportivi: fu di Ugo Sivocci, storico pilota Alfa e amico di Ferrari, l’idea di dipingere un quadrifoglio sulla fiancata della propria monoposto, per allontanare la sfortuna nelle gare. La storia dei successi dell’Alfa è legata indissolubilmente al quadrifoglio, che oggi accompagna tutti i modelli con ambizioni e aggressività sportive.

E di ambizioni sportive l’Alfa Romeo Giulia ne ha da vendere. Abbiamo menzionato come il modello sia tra i più potenti mai prodotti dall’Alfa: le altissime velocità raggiungibili e l’accelerazione fulminante, oltre all’efficientissimo sistema di frenata e le ultime tecnologie in materia di dinamismo e bilanciamento, permettono all’auto di mangiare l’asfalto e non sfigurare assolutamente nemmeno in test su pista. La vocazione sportiva è bilanciata da un look mai eccessivo. Una berlina di classe ed elegante, perfetto bilanciamento tra le linee compatte della carrozzeria e il look aggressivo del frontale.

Gli esterni alternano linee tipiche della berlina ad elementi sportivi in fibra di carbonio come le minigonne, le prese d’aria aggiuntive sul cofano e sul paraurti frontale, oltre che sul parafanghi anteriore, e un piccolo spoiler sul portellone del bagagliaio. Gli scarichi posteriori quadripartiti enfatizzano il rombo del motore ed alimentano le fantasie da gara.

Per quanto riguarda gli interni, questi sono spaziosi e ricercati. Fibra di carbonio e pelle delineano profili di classe attorno al cruscotto e alla console centrale, dotata di display ad alta risoluzione con tutti gli ultimi ritrovati in termini di infotainment (i comandi sono integrati sul volante). I sedili frontali possono essere scelti nella versione classica o sportiva, in carbonio e con poggiatesta integrato nello schienale. L’auto risulta omologata per quattro, tuttavia presenta 5 porte. Sul volante è poi presente un ulteriore richiamo al mondo delle corse, un bottone di avvio rosso sotto ai comandi del sistema multimediale.

Alfa Giulia Quadrifoglio scheda tecnica

Vediamo ora quali sono le caratteristiche prestazionali di questo modello Gran Turismo dell’Alfa Romeo. L’auto è sicuramente rapida e scattante, con un peso non eccessivo (circa 1500 kg) e un’accelerazione bruciante (0-100 km/h in 3.9 secondi). Le dimensioni dell’auto constano di 464 cm di altezza, 187 di larghezza e 143 di altezza. Sotto il cofano spinge un motore biturbo 2.9 V6 a benzina e sei cilindri, capace di erogare 510 cavalli e una coppia di 600 Nm. I 2891 centimetri cubi di cilindrata offrono un’idea della potenza che la Giulia Quadrifoglio è in grado di scaricare sulla strada.

Per quanto riguarda la guidabilità, la trazione è posteriore, ed è prevista la possibilità di scegliere tra cambio manuale a sei rapporti o automatico a otto. Torna inoltre il sistema di controllo dell’assetto DNA, con l’aggiunta di una modalità extra, la Race: l’apporto dei sistemi elettronici diverrà minimo per garantire una guida più aggressiva e smaliziata, adatta a piloti esperti. Il sistema di frenata sfrutta pinze su dischi in ceramica e carbonio, mentre uno spoiler frontale posto sotto al paraurti si abbassa superati i 100 km/h per abbassare frontalmente l’auto e migliorarne l’aerodinamicità e l’aderenza.

La tecnologia assiste l’auto, fornendole tutti gli optional necessari ad una guida sicura. Sono infatti presenti il sistema di rilevamento dell’uscita involontaria di corsia, la regolazione delle sospensioni Alfa Link (con forte vocazione sportiva), il sistema di distribuzione Torque Vectoring che garantisce controllo sulla potenza della trazione posteriore, il sistema di frenata automatica ed uno sterzo estremamente preciso e responsivo. La componente elettronica dell’auto rende possibile anche diminuire i consumi, permettendo di disattivare fino a tre cilindri motore e percorrere 100 km con 8,5 litri.

Giulia Quadrifoglio prezzo

Parliamo ora di prezzi. Abbiamo detto che l’auto è disponibile in due versioni, entrambe a benzina, che differiscono per la tipologia di cambio che montano. Abbiamo infatti la possibilità di scegliere tra una versione con cambio manuale a sei marce e una con rapporto automatico a otto. Il costo della versione base con rapporto a sei marce è di 79.150 euro, mentre quello della versione automatica a otto è di 85.050 euro.

La dotazione di serie comprende: il sistema di infotainment con radio, connessione bluetooth e mp3, navigatore con mappe 3d; cerchi in lega da 19 pollici; sensori di parcheggio anteriori e posteriori, oltre a videocamera posteriore collegata allo schermo della console; fari posteriori Led; sistema Alfa Active suspension e Start & Stop.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Caschi moto modulari, dove comprare i migliori

Giacche moto, dove comprare i migliori modelli da donna

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media