Notizie.it logo

Auto d’epoca: cosa sono e quanto costano

Auto d’epoca: cosa sono e quanto costano

Le auto d’epoca sono il simbolo del passato e gli amanti delle automobili non possono non esserne affascinati. Scopriamo cosa sono e quali costi richiedono.

Le auto d’epoca, da non confondere con le auto storiche, sono tutte quelle vetture che, secondo il Codice della Strada, non sono più presenti negli archivi del PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Le auto d’epoca diventano tali quando non possiedono più le caratteristiche idonee per poter circolare liberamente sulle strade. A un mezzo identificato come “d’epoca” non è consentito infatti circolare regolarmente sulle strade, a patto che non ci sia un evento o una manifestazione che possa giustificare la sua presenza, come una parata. Un secondo aspetto che permette di considerare una macchina come una auto d’epoca è la sua data di costruzione: trascorsi venti anni da quando è stata costruita, l’auto può entrare a fare parte di questa categoria.

Costo acquisto

Quando si decide di acquistare un’auto d’epoca, si è desiderosi di possedere un mezzo che rappresenta una parte del passato.

Ne consegue un prezzo non così accessibile del mezzo stesso. Oltre al valore economico della macchina, ci sono anche altre spese da considerare in visione di un prossimo acquisto. Il passaggio di proprietà per un’auto storica si aggira intorno ai 136 Euro, rispetto ai 500 Euro per un’auto più moderna.

Costo pezzi

Acquistare un’auto d’epoca significa anche mettere in conto delle spese future legate alla sua manutenzione. I pezzi di ricambio di un’auto d’epoca possono anche avere un costo non così tanto oneroso, il problema maggiore è la disponibilità in commercio. Come detto in precedenza, le auto d’epoca sono cancellate dal PRA e, pertanto, trovare un pezzo di ricambio potrebbe diventare una vera e propria avventura.

Assicurazione e bollo

Dal 1 gennaio 2015, a seguito dell’introduzione della legge di stabilità, le auto d’epoca che hanno tra i 20 e i 29 anni di età, sono soggette al pagamento del bollo, allo stesso modo in cui tale imposta deve essere corrisposta per i modelli di auto più recenti.

Dopo il 30° anno, i possessori di un’auto d’epoca sono esenti dal pagamento del bollo.

In campo assicurativo, al contrario, le auto d’epoca godono di privilegi vantaggiosi. Il premio assicurativo di un’auto d’epoca è sempre nettamente inferiore a quello delle altre vetture. Sebbene le compagnie assicurative applichino tariffe e prezzi diversi, il costo medio per assicurare un’auto d’epoca si aggira tra i 100 e i 200 Euro annui. Per le auto d’epoca, inoltre, non vige il criterio del Bonus-Malus e la guida è libera, ovvero tutti gli automobilisti con età superiore ai 23 anni possono condurre un’auto d’epoca.

Valore

Un’auto d’epoca, oltre all’importanza simbolica attribuitale dal proprietario, e non solo da lui, gode di un valore inestimabile, che varia naturalmente anche dalla marca e dal modello. In linea di massima, il costo di un’auto d’epoca prende in considerazione tutte le opere necessarie al suo restauro e alla sua regolare manutenzione.

Avere un’auto d’epoca non implica soltanto la sostituzione periodica dei pezzi di ricambio, ma richiede una cura costante della carrozzeria con vernici speciali atte a mantenere la naturale brillantezza e l’aspetto sfavillante del suo ricco passato.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche