Notizie.it logo

Auto a noleggio: tipologie di assicurazione

Auto a noleggio: tipologie di assicurazione

Quando si noleggia un’auto è bene porre attenzione alla assicurazione noleggio e alle condizioni della stessa, per evitare sorprese.

A tutti sarà capitato di noleggiare un’auto, basta avere una carta di credito e l’auto può essere a nostra disposizione pagando una cifra preventivamente pattuita. Ma l’affare si complica quando subentrano dei danni all’auto ossia, cosa accade esattamente se rimaniamo malauguratamente coinvolti in un incidente? Cosa dobbiamo pagare?

Rispondere a questa domanda presuppone un’indagine approfondita, ma si può semplicemente partire dal presupposto che: dipende dai casi, dipende da cosa copre e cosa no, l’assicurazione di cui gode l’auto. Ma, procediamo con ordine.

Assicurazione noleggio a breve termine

Quando si noleggia un’auto si presuppone, e in realtà è così, che sia coperta da polizza assicurativa.

Ma la domanda che preme è la seguente: cosa copre la polizza compresa? Andiamo a scoprirlo.

Il mercato è pieno di operatori del noleggio che offrono a prezzi abbastanza competitivi noleggi a breve termine di auto in perfette condizioni che possono rendere più pratico il nostro soggiorno in località di vacanza. Normalmente i contratti assicurativi di noleggio a breve termine hanno delle condizioni particolari, che possono essere variate a seconda delle esigenze. Innanzitutto poniamo l’attenzione su quello che è il massimale, ossia la cifra massima che l’assicurazione pagherà in caso di sinistro in cui l’auto può essere coinvolta. Va da sé che un noleggio a prezzo molto competitivo presupporrà un massimale assicurativo basso, ma pagando un supplemento questo può essere elevato fino alla cifra desiderata.

Un altro parametro da tenere sott’occhio è quello della franchigia: in caso di sinistro o danni all’auto potrebbe essere prevista una cifra che in ogni caso va pagata dal guidatore.

Nei casi di noleggio a costi bassi è probabile che sia presente tale opzione assicurativa, ritenuta in eguale misura conveniente o meno dagli esperti del settore. In ogni caso, l’assicurazione per il noleggio a breve termine prevede la classica copertura conto terzi, relativa ai danni provati dall’auto. La stessa copertura è direttamente dipendente dai valori di cui ai punti sopra, massimale e franchigia. Ma tutto quello che riguarda l’assicurazione per il noleggio a breve termine ha validità nei casi in cui si può attestare una guida responsabile e attenta che non ha potuto evitare l’accaduto. Va da sé che tipologie di situazioni in cui si riscontra un tasso alcolico elevato nel sangue del guidatore, guida non conforme alle normative, guida pericolosa o guidatori non autorizzati, fanno scattare meccanismi assicurativi per cui il soggetto che ha noleggiato l’auto sarà responsabile in toto dei danni.

Polizza danni

Per quello che riguarda i danni provocabili dall’auto noleggiata a breve termine si sono illustrati quelli che sono i parametri base riscontrabili in linea generale all’interno delle polizze. Ma questi parametri possono in qualche modo essere ‘personalizzati’ e portati ad un livello più consono con le proprie esigenze. Ovviamente tutto questo ha un costo.

Partiamo dal massimale. Se si noleggia un’auto, specie se a prezzo competitivo, è facile riscontrare nel contratto assicurativo un massimale davvero ai minimi di legge. La nostra volontà è di elevarlo? Pagando un supplemento si avrà un massimale più elevato come copertura in caso di danni.

Parametro per molti antipatico è invece quello della franchigia. Come già detto la franchigia prevede una quota fissa da versare in caso di sinistro, se si arrecano danni oltre quella cifra subentra nel pagamento la compagnia assicurativa.

Questo parametro nei contratti assicurativi tradizionali, sottoscritti da ognuno di noi, riesce a limare parecchio il prezzo finale della polizza a patto di essere pronti a sborsare una cifra stabilita in caso di sinistro.

Anche in questo caso qualcosa si può fare sottoscrivendo la DER (Damage Excess Refund), una polizza aggiuntiva che limita o annulla l’importo della franchigia. Questa limitazione ha un costo che può aggirarsi intorno alla cifra di 7,00 euro giornaliere.

Si può anche fare qualcosa per i danni subiti a livello personale all’interno dell’auto, sottoscrivendo una polizza aggiuntiva specifica in questo senso ma attenzione, se già si possiede una copertura di questo tipo non sarò possibile sottoscriverla o, meglio, nel malaugurato caso di danni, non avrà nessun valore. Insomma, quello che rimane chiaro e lampante è il dover leggere con attenzione cosa è compreso nel contratto di noleggio che andiamo a sottoscrivere per quello che riguarda la copertura assicurativa.

Non meno importante è controllare bene lo stato dell’auto, eventuali danni presenti ma non documentati all’atto del ritiro potrebbero diventare delle salate sorprese al momento della consegna. Danni già presenti devono essere dichiarati attraverso un documento dalla società di noleggio, come attestazione dello stato del mezzo al momento del ritiro.

Polizza furto

Andiamo ora ad analizzare un caso delicato, quello del furto dell’auto noleggiata. Cosa dice la legge?

La legge dichiara espressamente che la responsabilità in caso di furto è interamente a carico della compagnia assicurativa, che dovrà risarcire interamente anche in caso di colpa del conducente, la società di noleggio. Quindi una sentenza senza mezzi termini.

In nessun caso potrà essere citato l’utilizzatore come parte in causa responsabile, in ogni caso, in buona sostanza, in caso di furto colui che ha noleggiato non dovrà sborsare denaro a copertura del danno. Questa via legislativa è stata più volte confermata. Esistono precedenti legislativi in cui la Cassazione si è espressa più volte in tal senso. Ma si sa che le compagnie assicurative ne conoscono tante di scappatoie. E tutte, ahimé, legali.

I contratti assicurativi si intendono perfezionati tra le parti se vengono firmati in calce da entrambi i contraenti, si tratta di una regola generale valida per ogni tipologia di contratto in ogni caso. Quando si noleggia un’auto è bene che sia presente una copia del contratto assicurativo controfirmata dalla compagnia, l’assenza della firma della compagnia potrebbe portare al disconoscimento della polizza e, quindi, a spiacevoli conseguenze direttamente indirizzate sul guidatore. Bisogna stare molto attenti in questo senso e non lasciare nulla al caso.

In generale quindi il migliore consiglio è quello di leggere attentamente tutto ciò che è compreso nella copertura assicurativa del contratto di noleggio e valutare quali eventuali accessori acquistare.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.