Notizie.it logo

Come resettare la spia del motore in avaria

Come resettare la spia del motore in avaria

 

A volte può capitare, che nonostante si esegua ordinaria manutenzione sulla propria vettura, la spia del motore in avaria rimanga continuamente accesa sul cruscotto. Si può resettarla anche da soli facendo, ovviamente, molta attenzione.

Per poter resettare la spia del motore della propria vettura è necessario avere a portata di mano: guanti da lavoro, una piccola borsa in plastica, chiave inglese e un piccolo cacciavite a punta piatta

Per prima cosa, è importantissimo lavorare su una vettura “fredda”, ossia spenta da almeno 3 ore. In questo modo si eviterà di ricevere scosse e soprattutto, di scottarsi con il calore del motore.

Una volta passato il tempo, con il freno a mano all’auto inserito, aprite il cofano e fissatelo alla stanghetta di sostegno. Aprite il coperchio della batteria facendo leva con un cacciavite. Scollegate il cavo positivo con il segno più ( il cavo rosso). È molto importante proteggere questo cavo al fine che non entri in contatto con altre componenti elettriche presenti nell’auto, per far ciò basterà avvolgerlo in una piccola busta di plastica.

Appoggiate il coperchio della batteria su di essa e delicatamente chiudete il cofano. L’ auto dovrà restare spenta ancora altre 3 o 4 ore. Fatto questo, aprite il cofano e fissate nuovamente il cavo rosso nella posizione in cui si trovava precedentemente rispetto a quando l’avete smontato.

Assicuratevi che il filo sia stato inserito alla perfezione e rimettete il coperchio alla batteria. Chiudete il cofano con la massima delicatezza e fate un giro di prova con l’auto per verificare che sul cruscotto non appaia più costantemente accesa la spia del motore in avaria. Questo è sicuramente uno dei metodi più semplici e veloci per resettare questa spia alla perfezione, tuttavia nel caso che rimanga ancora accesa, è bene rivolgersi ad un meccanico, in quanto il motore potrebbe essere in pericolo o comunque potrebbe aver subito dei seri danneggiamenti.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche