Contrassegno invalidi: come ottenerlo

Il contrassegno invalidi rientra in quella che una serie di normativa che vanno a tutelare le categorie protette. Ha una sua normativa specifica.

Parcheggiare oggi è diventato davvero difficile. Molte volte ci si trova costretti, se non si dispone di un ricovero notturno privato per il proprio mezzo, a dover anche fare parecchia strada prima di trovare un punto idoneo alla sosta dell’auto.

Nel caso di soggetti diversamente abili talvolta affrontare anche qualche metro in più risulta difficile se non impossibile. La legge, proprio a tutela di questa categoria di soggetti, ha istituito la possibilità di utilizzare uno spazio delimitato atto alla sosta.

A cosa serve

Ottenere un contrassegno invalidi, significa aver ottenuto dal Comune uno spazio ben delimitato dove poter sostare la propria o l’auto che si occupa del trasporto di un soggetto invalido.

Serve, in buona sostanza, a dare la possibilità a questi soggetti di avere sempre a disposizione uno spazio di sosta, delimitato ed inattaccabile, dove nessun altro può sostare.

Lo spazio di sosta, generalmente posto il più possibile vicino l’ingresso dell’abitazione del soggetto richiedente, viene delimitato da una segnaletica orizzontale di colore giallo (le strisce misurano 12 cm. di larghezza e le misure effettive dello spazio sono stabilite a discrezione del comune di appartenenza) e segnalato in maniera specifica da apposito cartello recante il segnale di divieto di sosta valido 24 h su 24 e il numero di targa del solo mezzo autorizzato alla sosta.

Quindi uno e un solo un veicolo potrà sostare in quello spazio definito.

Ma il contrassegno può anche essere utilizzato per sostare nelle apposite zone di sosta, nei luoghi di pubblico interesse come teatri, cinema, centri commerciali etc…In questo caso non ci sono specifiche segnalazioni di numero di targa ma le zone sono previste in prossimità degli ingressi.

Come ottenerlo

Per ottenere il contrassegno invalidi bisogna fare richiesta al proprio comune, previa presentazione, oltre che di una specifica domanda, della documentazione idonea che attesti l’effettivo livello di invalidità posto in scala di centesimi.

Il Comune, a propria discrezione, valuterà se rilasciare o meno il contrassegno e provvederà gratuitamente a predisporre uno spazio di sosta, in cui il solo veicolo dichiarato all’atto della domanda potrà sostare.

Come rinnovarlo

Il suddetto contrassegno va rinnovato ogni anno, presentando l’apposita documentazione presso il comune di residenza. Non ci sono spese da affrontare, così come per il rilascio, ma bisogna in ogni caso rinnovare le pratiche di anno in anno.

Contrassegno invalidi falso

Sicuramente non rientra nella categoria di azione dettate dal buon senso e dalla civiltà ma purtroppo esiste anche questo. Cosa si rischia se si viene scoperti in possesso di un contrassegno di invalidità falso? Nel migliore dei casi la sanzione basilare corrisponde a 160,00 euro di multa e 4 punti decurtati dalla patente, ma è nei poteri delle forze dell’ordine valutare caso per caso e poter inasprire la multa a propria discrezione.

Al di là della sanzione pecuniaria, sicuramente utilizzare un contrassegno invalidi falso non rientra in una buona categoria di azioni e i furbetti che si ostinano a mettere in pratica queste bravate, ahimè, sono tanti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Modulo cid: funzionamento e come si compila

Metano autostrada: mappa dei distributori

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media