Decreto Cura Italia per il Coronavirus: 10 novità per gli automobilisti

Ecco i 10 punti che tutti gli automobilisti possono seguire per continuare a circolare in auto emessi dal decreto Cura Italia Coronavirus.

Il Coronavirus, nome scientifico Covid 19, ha sconvolto profondamente il mondo causando una pandemia di contagi in pochissimo tempo. Moltissimi paesi, fra cui l’Italia, hanno aderito ad un lockdown preventivo degli spostamenti per evitare l’aumento e la propagazione dell’epidemia.

Questo ha comportato numerosi problemi anche agli automobilisti. Scadenze, spostamenti necessari e rinnovi sono stati prorogati lasciando nell’incertezza chi si muove in auto e in moto. Grazie al lavoro di automobile.it sono stati raccolti e catalogati 10 punti espressi nel decreto Cura Italia per aiutare chi deve ancora circolare per lavoro o per esigenze e necessità improrogabili.

Proroga scadenza patente per Coronavirus

L’emergenza Nazionale impedisce e cerca di limitare gli spostamenti in auto senza una reale e comprovata necessità.

La macchina però rimane un mezzo fondamentale per fare la spesa o lavorare nelle attività consentite. Per questo motivo tutte le patenti hanno subito un rinvio di validità come segue: le patenti scadute o in scadenza successivamente al 31 gennaio saranno prorogate sino al 31 agosto 2020.

Permesso provvisorio e foglio rosa

Anche il foglio rosa o permesso provvisorio di guida hanno subito la stessa proroga delle patenti fino al 30 giugno 2020.

Advertisements

Questo punto però, solo se la commissione medica locale non sia riuscita a riunirsi nel giorno fissato per l’accertamento del permesso provvisorio.

Esami patenti di guida

Allargata anche la limitazione di 6 mesi per il conseguimento della patente dal giorno della prenotazione dell’esame. Saranno le motorizzazioni, entro il 30 giugno 2020, a dover rispettare i nuovi termini e fornire ai candidati la possibilità di svolgere l’esame teorico.

Rinvio pagamento bollo auto

Questo provvedimento non è attualmente valido per tutte le regioni: Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Campania hanno deciso di posporre al 30 giugno il pagamento del bollo auto, la Sicilia aspetta il voto per la decisione e le rimanenti regioni sono ancora in dubbio sulla riforma. Un forte aiuto, che isola anche l’IPT, per tutti quelli che non utilizzeranno l’auto non avendo validi motivi per circolare.

Revisioni, collaudi e tagliandi

Per la prima volta anche la manutenzione della macchina potrà subire dei ritardi. Tutte le revisioni obbligatorie in scadenza entro il 31 luglio sono rinviate a ottobre 2020. Una scelta che ricade anche per chi ha avuto delle discrepanze durante le revisione del veicolo, a patto di aver regolarizzato autonomamente le non-conformità riscontrate durante i test. Non c’era mai stato nessun evento grave quanto il Coronavirus che avesse fatto derogare i termini delle manutenzioni obbligatorie.

Multe e sanzioni: aumenta il tempo di ricorso

Una buona notizia per chi ha avuto durante il lockdown delle multe per aver violato il codice della strada. Considerando il periodo di difficoltà economica e l’impossibilità di uscire per le fare ricorso il decreto Cura Italia si è espresso in questo modo: dal 10 marzo al 3 aprile sono sospese tutte le scadenze di 60 giorni per il pagamento delle multe e di 30 giorni per la presentazione del ricorso al Giudice di Pace. I termini riprenderanno a decorrere a partire dal 4 aprile. Per il pagamento delle sanzioni in misura ridotta il termine è stato portato da 5 a 30 giorni fino al 31 maggio 2020.

Proroga assicurazioni auto

Attenzione! Questa proroga interessa soltanto l’assicurazione RC auto, cioè quella obbligatoria e minima per tutti i veicoli in circolazione o su strade pubbliche. Sono automaticamente prorogate le scadenze fino al 31 luglio 2020. Rimangono però, nel caso di non pagamento del bonus malus, inattive altre assicurazioni come furto e incendio.

Auto a GPL: revisione bombole prorogata

Come la revisione delle auto comuni diesel, benzina ed elettriche anche quelle alimentate a GPL hanno una proroga sulla manutenzione e il controllo delle bombole di combustibile. Controllate però l’impianto che montate: le più moderne sono state prorogate fino a ottobre 2020, mentre quelle più “datate”, avranno il rinnovo della revisione soltanto fino al 15 giugno.

Documento di circolazione unico

La documentazione relativa alla validità della ricevuta sostitutiva della carta di circolazione è stata prorogata fino al 31 ottobre 2020, consentendo di circolare senza incorrere in pesanti sanzioni che avrebbe causato in tempo comune la stessa mancanza.

Proroga duplicati delle patenti

Tutte le agenzie che emettono i duplicati del documento per gli automobilisti, comunemente patente, hanno la possibilità di prorogare lo stesso fino al 31 ottobre 2020 a causa dell’impossibilità di lavorare senza limitazioni.

Scritto da Alessandro Paladini
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volkswagen Touareg: prestazioni, consumi e prezzo del SUV

Isuzu D-Max: caratteristiche, consumi e prezzo

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.