I piani di Volvo per le auto elettriche: previsto un nuovo EV più piccolo della XC40

Nuove ambizioni per un futuro completamente elettrico.

Volvo si è impegnata ad essere un marchio di auto completamente elettriche entro il 2030 con il lancio del nuovo SUV C40. Ma, oltre a questo, il CEO di Volvo Håkan Samuelsson, dice che ci sarà un nuovo piccolo SUV elettrico per sedersi sotto la XC40.

“Abbiamo bisogno di espanderci ancora di più, stiamo progettando qualcosa di più piccolo anche della Serie 40. Immagino che abbiamo bisogno di meno varianti di berline e wagon”, ha detto Samuelsson. “Li avremo ancora, ma probabilmente non così tanti, con più modelli SUV invece”.

Tuttavia, mentre il marchio mira a capitalizzare il boom dei SUV, il capo ha ancora un occhio su ciò che sta arrivando: ‘Vedremo auto più snelle.

Dobbiamo lavorare con una minore resistenza all’aria – non c’è bisogno di una grande griglia – tutto per migliorare l’autonomia di un’auto. C’è sempre un movimento del pendolo – ora tutti si spostano verso i grandi SUV, ma penso che forse la preferenza per le famiglie più piccole e le persone singole significherà anche che c’è un futuro per qualcosa di diverso dai SUV“.

Volvo: completamente elettrica entro il 2030

I vertici della Volvo credono che i veicoli elettrici a batteria possano incarnare i valori fondamentali dell’azienda meglio che mai. I piani del marchio prevedono l’eliminazione graduale dei restanti motori a combustione, degli ibridi e degli ibridi plug-in. L’obiettivo è quello di rendere il 50 per cento delle sue vendite entro il 2025 completamente elettrico, con l’obiettivo di rendere quel 100 per cento entro il 2030.

Questo impegno si estende alla produzione di almeno una nuova auto elettrica pura all’anno.

Mentre la C40 reintroduce la nomenclatura ‘C’ nella gamma di modelli Volvo, Samuelsson ci ha assicurato che il resto della gamma di prodotti dovrebbe continuare con i nomi S (berlina), V (station wagon) e XC (SUV). Anche se finiscono per ‘trasformarsi’ in modelli completamente elettrici nella loro prossima generazione.

Il capo della Volvo sull’elettrificazione

L’amministratore delegato, Håkan Samuelsson, che ha guidato la nuova XC40 EV per un mese prima che chiunque altro potesse avvicinarsi a una di esse,ha fatto alcune dichiarazioni. “Se si può caricare, penso che la maggioranza assoluta dei nostri clienti apprezzerà davvero i vantaggi delle auto elettriche. Io sono uno di loro. Posso ricaricare qui al lavoro, posso ricaricare nel mio garage a casa, e quando faccio un lungo viaggio nel fine settimana mi ci vogliono 30 minuti. Per me un’auto elettrica è la soluzione perfetta. Non tornerò mai più a nient’altro”.

Samuelsson non ha dubbi che la Volvo abbia puntato sul cavallo giusto: “Mi sento abbastanza fiducioso, e sicuramente più fiducioso di quanto mi sentirei se avessimo preso un’altra strategia. Per esempio trascurando le auto elettriche e rimanendo con i benzina o gli ibridi”.

Ha aggiunto: “Nell’ultimo anno siamo giunti alla conclusione che questa non è solo un’altra scelta di powertrain per le nostre auto premium. Questo è l’inizio di un nuovo segmento premium completamente elettrico. Questa è la nostra prima auto nel segmento premium mondiale e sarà completamente elettrico. Abbiamo l’ambizione, naturalmente, di essere dei giocatori davvero grandi nel segmento premium elettrico, e c’è ancora lavoro da fare per noi nei prossimi 10 anni”.

i piani di volvo

Il capo della ricerca e sviluppo Henrik Green condivide la visione del CEO: “I nostri veicoli elettrici puri saranno un’esperienza migliore dei veicoli elettrici non puri. Non stiamo cercando di distinguerci come il tipo di veicolo più leggero, super-energetico, da pista. Veniamo dalla sicurezza personale, dalla sostenibilità – sarà molto comoda e piacevole da guidare, ma non orientata alla corsa”.

“Il ruolo che l’auto svolge nella società è molto più interessante e stimolante che fare 300 km/h sul Nürburgring. Quella è una sfida diversa, e rispetto pienamente quelle persone che ci lavorano. Ma per me e per quello che facciamo è molto più interessante vedere come possiamo rendere il pianeta sostenibile, come possiamo mantenere le persone al sicuro. Voglio dire, milioni di persone muoiono nei veicoli. Come possiamo essere parte della riduzione o dell’eliminazione di ciò? Siamo per le persone che usano le loro auto per gli spostamenti quotidiani. Come si fa ad andare avanti e indietro dal lavoro in un’esperienza piacevole?”.

La ricarica elettrica

“Il cambio di obiettivo all’interno della Volvo è stato netto e rapido. Come organizzazione e come team ci siamo davvero trasformati, puntando ora completamente all’elettrico puro. Abbiamo avuto un ottimo processo di riqualificazione delle persone dallo sviluppo dei motori a combustione e dallo sviluppo adiacente di veicoli basati sulla tecnologia dei motori a combustione per lavorare con veicoli elettrici puri. Non è un viaggio per tutti, ma sono molto felice e contento del fatto che così tanti abbiano scelto di fare questo viaggio con noi“.

Alcuni aspetti del suo lavoro sono cambiati più di altri: “Se vai nei sistemi di propulsione elettrica pura e parli di autonomia, di velocità di ricarica, ecc. È fisica, è meccanica, è elettricità, potenza, efficienza, quindi è molto facile che gli stessi ingegneri inizino a inseguire nuovi confini. È una transizione più difficile se, per esempio, parliamo di Android. Abbiamo portato Android nel veicolo invece di realizzare il nostro sistema di navigazione e il nostro discorso. Trattare con un partner crea una trasformazione psicologica ancora più grande per noi come team”.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

5 cose che non conoscevi del noleggio auto a lungo termine

Ford conferma la line-up completamente elettrica entro il 2030

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media