KTM RC 390 dalla città alla pista, tutto ciò che c’è da sapere

KTM RC 390, prezzo, velocità massima e dettagli tecnici.

Approfondiamo in questo articolo il comportamento del modello KTM RC 390 su vari percorsi per comprendere al meglio dove può dare il massimo ed esprimere tutte le proprie qualità. Iniziamo specificando che la velocità massima di questa moto è pari a 176 km orari ed il prezzo parte da 6.115 euro.

Per quanto riguarda il comportamento di KTM RC 390 su strada questa moto è ideale per chi non si vuole mai annoiare: le sue prestazioni sono sempre dignitose ma sicuramente offre il proprio meglio nei percorsi misti dove si rivela una temibile avversaria anche per moto sportive decisamente più potenti e blasonate.

Ovviamente non si tratta di un modello ideale per gite particolarmente lunghe perché la sua impostazione di guida è puramente sportiva ed anche perché questo monocilindrico non è propriamente un motore da viaggio.

KTM RC 390 in autostrada

L’autostrada quindi non è probabilmente l’ambiente ideale per utilizzare KTM RC 390 tuttavia protegeendosi dietro il cupolino e se non si è particolarmente alti si riescono a percorrere tratti anche di 100 km, tragitto dopo il quale è sicuramente necessaria una sosta.

La protezione dell’aria non è particolarmente elevata (ma pur sempre meglio di una moto naked) e la posizione di guida tende a stancare i polsi.

KTM RC 390 è tuttavia perfetta per le gite domenicali anche in due ma non propriamente per i viaggi – anche perché non è semplice caricare una borsa.

Nella giungla urbana e in pista

Per quanto riguarda l’utilizzo cittadino questa moto è agile e di sagoma stretta quindi ideale per passare dappertutto anche se la sua posizione di guida è un po’ penalizzante in un uso prevalentemente urbano e non assorbe in modo ottimale le asperità del terreno trasmettendo qualche vibrazione col motore a basso regime.

Grazie al peso particolarmente leggero ci si riesce comunque a destreggiare nel traffico e sul bagnato si può contare su un buon ABS di serie.

In pista KTM RC 390 offre il meglio di sé soprattutto quando i rettilinei non sono troppo lunghi e il percorso è tortuoso. La frenata non è particolarmente aggressiva e bisogna affondare bene i comandi ma l’eccellente assetto garantisce sempre una grande stabilità.

Scritto da Elena Piu
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le auto di Leonardo Di Caprio: una collezione “Green”

Gadget personalizzati per motociclisti

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media