Notizie.it logo

Nuova Renault Clio 2019: prezzi e modelli

renault clio 2019

Un modello di enorme successo negli ultimi anni, arrivata alla quinta generazione la Nuova Clio decide di maturare invece di stravolgersi.

Debutta finalmente la Renault Clio 2019. Può essere molto difficile cambiare una cosa che funzionava molto bene. Stravolgereste il design della Golf? Aggiungereste un motore diesel alla Mx-5? Tutti interrogativi che possono realmente decidere definitivamente sulla sopravvivenza di un modello o di un marchio. La Renault si è decisa a seguire un mantra molto condiviso nel mondo dei motori: squadra che vince non si cambia.

Nuova Renault Clio 2019

Con questo in mente la quinta generazione della Clio viene a sostituire la versione precedente (che rimarrà in listino). Modello che è stato fino ad oggi un successo costante per l’azienda arrivando a essere l’auto più venduta d’Europa e spodestando in Italia l’ormai defunta Punto.Un esterno che sembra più un restyling, una acquistata maturità per un modello il cui design aveva conquistato giovani e adulti. E quindi perchè stravolgere? Basta dare maturità alle linee e conformarsi di più con il resto della gamma.

nuova clio design e motorizzazione

L’anteriore mantiene il caratteristico stemma Renault maggiorato e una calandra ampliata, molto simile al modello precedente, i fari invece si fanno più sottili e più elaborati con la caratteristica forma a C che abbiamo già visto sulla sorella maggiore Megane. Al posteriore traspare ancora un po’ di familiarità con la “vecchia” Clio e anzi sembra leggermente meno sportivo e incisivo, più austero forse ma a detta della casa ridisegnato per far guadagnare capacità al bagagliaio. Il laterale della Renault Clio 2019 ha ricevuto pochi cambiamenti tanto che potrebbe sembrare difficile per un occhio non esperto riconoscere quale sia la nuova generazione.

Interni

Una delle più condivise critiche mosse alla Clio del 2012 era la qualità percepita nell’abitacolo, un auto così aggressiva all’esterno e dinamica nella guida aveva nella plastiche dure e nel design della plancia un elemento di scollegamento. Ora il nuovo modello si decide a cambiare questa percezione ridisegnando la plancia completamente e mostrare i muscoli con le concorrenti.

renault clio 2019 interni e infotainment

Abbiamo innanzitutto un utilizzo esteso di plastiche morbide che danno una maggiore sensazione di qualità, ergonomia con tasti più accessibili, un volante dal disegno più sottile e una console centrale orientata verso il guidatore. In generale la sensazione è di essere su un’auto più seria.

Infotainment

Padrone della plancia è il display del sistema infotainment, da 9,3″ in layout verticale che integra il sistema di navigazione, connessione a internet, Android Auto ed Apple CarPlay e che regola tutte le preferenze della macchina come le regolazioni MULTI-SENSE che cambiano risposta del cambio, del motore e dell’illuminazione abitacolo su tre livelli: Eco, Sport e MySense.
Nelle versioni meno lussuose ci sarà anche il display da 7″ con o senza navigatore.

Anche il cruscotto si digitalizza con un schermo da 7″ o da 10″ che cambia grafica in base alle impostazioni del MULTI-SENSE e che integra anche le informazioni più dettagliate della macchina come quelle dei sistemi di assistenza e sicurezza alla guida.

Abitabilità

A fronte di un accorciamento delle dimensioni della Renault Clio 2019 (-12 millimetri) l’abitabilità non viene compromessa anche se la forma spiovente del tetto ancora una volta penalizza i passeggeri posteriori più alti.

Il bagagliaio ha una capacità di 391 litri che possono arrivare a 1069 con il divano posteriore ripiegato. Valori abbastanza alti per la concorrenza.

Sistemi di sicurezza e assistenza alla guida

La quinta generazione della Clio punta verso la guida autonoma, infatti raggiunge il livello 2 grazie all’Highway and traffic jam companion che regola il Cruise control adattivo e il mantenitore di corsia particolarmente utile in autostrada e durante le lunghe code cittadine.

Per la sicurezza di noi stessi e degli altri la Clio si equipaggia della frenata di emergenza attiva con riconoscimento di pedoni e ciclisti e del sensore angolo morto per percepire con i radar chi sopraggiunge dall’altra parte dell’incrocio.

Poco vista in modelli di questo segmento è la camera 360° che con quattro telecamere ripropone una visione integrale del veicolo dall’alto per aiutare a non danneggiare la macchina nelle manovre di parcheggio.

Motorizzazioni, allestimenti e prezzi

Abbiamo 4 benzina e 2 diesel, nonché un’ibrida che arriverà più tardi.

Si parte dal 3 cilindri aspirato SCe 65, dove il numero sta per la quantità di cavalli in tutte le motorizzazioni.

L’SCe 75 sempre aspirato ma entrambi con la stessa coppia di 95 Nm, bassa sebbene la casa dichiari un alleggerimento di 50 Kg. La prima “turbo” della gamma è la tre cilindri TCe 100 con 160 Nm e un più normale 0-100 Km/h di 11,8, e anche quella che consuma meno con una media di 4,6 l/100Km sebbene il modello più venduto sul mercato italiano sarà la SCe 75. Aspettando la prossima RS per ora dobbiamo accontentarci dei 130 Cv della 4 cilindri turbo TCe 130 con una velocità massima di 200 Km/h.

renault clio

I diesel sono sicuramente più appetibili per le flotte aziendali perchè propongono consumi di carburante che, ancora oggi, sono piuttosto superiori alle benzina.
Abbiamo due opzioni: Blue dCi 85 con una media di 3,7 l/100km e 220 Nm di coppia oppure il Blue dCi 115, più brioso con una coppia di 260 Nm, uno 0-100 di 9,9 secondi e consumando come la versione da 85 Cv. Entrambi i motori sono da 4 cilindri.

Successivamente arriveranno le versioni a Gpl e vedrà la luce la versione ibrida della Renault Clio.

Gli allestimenti sono 6: Life, Zen, Business, Intens e i più esclusivi R.S. Line con caratterizzazioni sportive e Initiale Paris, più sofisticato ed elegante.

I prezzi partono da 14.400€ per la SCe in allestimento Life, per “saltare” alle versioni diesel si devono sborsare ben 19.050€ per la Blue dCi 85.

Considerazioni Renault Clio 2019

Una macchina che alla guida risulta più agile, più stabile e soprattutto meno rumorosa. Si nota ancora di più guidando lo sforzo che è stato fatto per aumentare la sensazione di qualità percepita a bordo.
Mantra della Renault è “democratizzare” le nuove tecnologie disponibili su modelli di fascia e segmento superiore, sebbene molte introduzioni sono già state fatte da altre concorrenti.

Un modello per cui le linee di demarcazione tra i termini “nuovo” e “restyling” si fanno più offuscate, spetterà al mercato decidere se questo piccolo salto sarà una scelta azzeccata.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche
  • Willys AW 380 Berlineta ViottiWillys AW 380 Berlineta ViottiA volte il mondo automobilistico crea qualcosa di così bizzarro , che non si può fare a meno di rimaner sbigottiti: parliamo ...