Team Suzuki Ecstar: il logo, la storia e i piloti della squadra MotoGp

Team Suzuki Ecstar, scopriamo la storia, i piloti attuali e il logo della casa giapponese che corre nel motomondiale come squadra ufficiale.

Il Team Suzuki Ecstar è una delle squadre più famose partecipano alla MotoGP il suo logo è facilmente riconoscibile e i suoi piloti si stanno facendo notare grazie agli ottimi risultati inoltre ha una storia molto significativa alle spalle. In questo articolo scopriremo di più sulla squadra giapponese.

Basti pensare che si tratta di una della case di maggior successo in ambito motociclistico, con prodotti in ambito stradale che non hanno nulla da invidiare rispetto a altre case, sicuramente l’impegno competitivo ne aumenta la credibilità.

Il logo della squadre è strutturato con un fondo azzurro classico colore della casa motociclistica, la scritta Suzuki in bianco e due linee in obliquo che partono dal fondo e terminano sopra le lettere, una di colore bianco e l’altra di un giallo fosforescente.

Questi tre colori formano la livrea della moto che partecipa al campionato. Al di sotto delle ultime tre lettere si trova in un blu più scuro la scritta Ecstar ovvero l’olio utilizzato dal team che funge anche da sponsor principale.

E’ strutturato in una maniera piuttosto semplice. Ciò nonostante per gli appassionati è facilmente riconoscibile in quanto l’associazione con la divisione da corsa del brand avviene al solo sguardo.

Advertisements

Non a caso il colore azzurro è quello che gli appassionati utilizzano per identificare le moto sportive del marchio.

I piloti della squadra

Il Team Suzuki Ecstar partecipa al mondiale 2020 con una coppia di piloti molto giovane ma di talento. Sono entrambi spagnoli e sono Alex Rins e Joan Mir. Un cambiamento in termini di età rispetto alle precedenti stagioni ma prosegue l’idea della squadra di far crescere ottimi piloti, che necessitano di esperienza, in una squadra ufficiale, facendo loro apprendere i metodi di lavoro che potrebbero trovare nel corso della loro carriera qualora dovessero arrivare nei team più prestigiosi del Motomondiale.

La storia di Suzuki in MotoGP

Il team Suzuki ha esordito in MotoGP nel 2002 con Kenny Roberts e Sete Gibernau come coppia di piloti. La stagione successiva affianco a Roberts arrivò John Hopkins. Fino al 2006 la coppia fu la stessa, dal 2007 venne affiancato a Hopkins l’australiano Chris Vermulen. In questa stagione arriva la prima vittoria in MotoGP dall’introduzione dei motori quattro tempi.

Nei quattro anni successivi arrivano risultati non molto importanti che spingono la squadra al ritiro dal Motomondiale al termine della stagione 2011.

Il rientro avviene nel 2015 con Espargarò e Vinales. La prima stagione dal rientro si conclude con un incoraggiante quinto posto nei costruttori. La stagione 2017 vede il cambio di piloti, arrivano Rins e Iannone che restano anche per il 2018, ottengono buone prestazioni che permettono alla squadra giapponese di chiudere in top 10 tra le squadre partecipanti.

La scorsa stagione vede salire in sella Joan Mir al posto di Iannone.

Rins vince due GP (Americhe e Gran Bretagna) e la classifica costruttore sorride al brand dato che chiudono il campionato al quarto posto come “primi degli altri” dietro a Honda, Ducati e Yamaha.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dirette e repliche di MotoGp: come e dove vederle

Ducati Racing Team: i piloti, il logo e la storia della squadra

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.