Telo coprimoto: modelli e costi

Un buon telo coprimoto è la soluzione migliore per mettere al riparo la nostra amata motocicletta. Ecco alcuni consigli per scegliere tra i vari modelli. Prendersi di cura della propria moto significa anche proteggerla dalla polvere e dagli agenti atmosferici. Non basta parcheggiarla in un buon garage.

È meglio dotarsi di un accessorio tecnicamente adeguato, sopratutto in vista della stagione invernale.

Le funzioni del telo coprimoto

Condizioni climatiche più rigide oppure la previsione di non uscire in moto per un lungo periodo, sono motivazioni sufficienti per acquistare e utilizzare un buon telo coprimoto. Evitare acqua, umidità e graffi è solo uno dei tanti vantaggi di questo importante accessorio. Ma anche il sole tende con il tempo a “usurare” il nostro scooter rendendo indispensabili delle coperture di protezione.

Questi teli devono essere innanzittutto resistenti e quindi non troppo leggeri e indubbiamente impermeabili. Devono infatti resistere a pioggia, neve o persino grandine che, come sappiamo bene, possono danneggiare non solo la carrozzeria. Occorre scegliere un prodotto che abbia un interno felpati o comunque studiato in modo da non graffiare la motocicletta. Generalmente, nella fase di scelta, è meglio dare maggiore importanza alla qualità dei materiali piuttosto che all’aspetto estetico.

Forse è inevitabile che un buon telo coprimoto non faccia altro che il suo lavoro, che non è quello di abbellire la motocicletta, ma semplicemente proteggerla.

Dove acquistare online

Ormai in rete si trova di tutto. E non è solo un modo di dire. Infatti, se qualche anno fa sarebbe stato quanto meno sconsigliabile non rivolgersi presso un rivenditore specializzato, ora si può comprare bene anche su siti come Amazo, eBay e Subito.

Su questi ultimi si possono strappare, soprattutto durante determinati periodi dell’anno, delle ottime offerte. Se invece siamo alla ricerca di qualcosa di altamente professionale, alcuni siti mettono in vendita i teli moto utilizzati dai campioni della MotoGP – SBK di produzione italiana. Questi teli sono detti “anatomici” perché perfettamente aderenti alla motocicletta e possono essere personalizzati. Una vastissima gamma di colori disponibili e di cuciture sui lati e sul frontale permettono di stampare i marchi più importanti come Yamaha, Suzuki e Kawasaki. Se però preferiamo scegliere prodotti di altissima qualità, non siamo avvezzi agli acquisti on-line e siamo disposti a spendere un po’ di più della media, allora è meglio rivolgerci al nostro rivenditore di fiducia.

Quanto costa?

I costi variano molto e vanno da una quindicina di euro fino a un centinaio. I più economici sono in poliestere impermeabile, traspirante e lavabile. Si chiudono tramite appositi anelli metallici, antisventolio e hanno cuciture nastrate. Con una trentina di euro si è già in grado di acquistare degli ottimi prodotti anti strappo con strato interno in cotone, resistente raggi UV, con cuciture termosaldate. Se siamo abituati a scegliere una via di mezzo, un investimento di 50 – 60 euro garantisce in genere un buon telo coprimoto copriscooter. Se invece siamo a disposti a spendere oltre i 100 euro, porteremo a casa un prodotto naturalmente antigraffio e resistente fino a 200°C, elasticizzato e antistrappo. Altamente traspirante per evitare condense all’interno, con possibilità di scegliere colori e loghi. Una sola attenzione: per questa cifra, pretendete una garanzia di almeno 3 anni.

Scritto da Dario Fanelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com