Zero di Eli Electric Vehicles: un serio concorrente della Citroën AMI

In che modo si differenzia dalla piccola citycar?

Presentata come concept car al CES 2017, la piccola citycar elettrica a due posti, Zero di Eli Electric Vehicles, sta andando in produzione. Progettata a Los Angeles e fabbricata in Cina, sarà disponibile per la vendita tra poche settimane in 13 paesi europei.

Il fatto che la sua carriera inizi in Europa prima degli Stati Uniti è dovuto a un quadro giuridico più adatto e standardizzato per questo tipo di veicolo.

Posizionata nel segmento dei quadricicli leggeri (L6e) e limitata a 45 km/h, la Zero andrà a caccia nelle terre della Citroën Ami e Renault Twizy ZE. La sua silhouette ricorda quest’ultima.

Zero di Eli Electric Vehicles: due configurazioni di batterie

Lunga 2,25 m e larga 1,38 m, la Zero ha spazio per due passeggeri e un bagagliaio di 160 litri. Alimentata da un motore da 4 kW, la piccola auto elettrica di Eli offre una scelta di due configurazioni di batterie. La prima, con una capacità di 5,8 kWh, le permetterà di percorreQualire 80 km con una sola carica, mentre la seconda, con 8 kWh, permetterà fino a 110 km.

Per quanto riguarda la ricarica, il produttore annuncia tra 2,5 e 3,5 ore a seconda della dimensione della batteria.

Al prezzo di 11.999 dollari, o poco più di 10.000 euro IVA esclusa, la Zero partirà con le consegne nelle prossime settimane. L’Italia sembra essere un obiettivo naturale per questa piccola auto dedicata al cuore della città.

Quali sono le differenze con la Citroën AMI?

Per quanto riguarda motorizzazione e prezzo, la Citroen AMI 100% electric è caratterizzata da un motore elettrico da 6 kW e da una batteria agli ioni di litio da 5,5 kWh che consente un’autonomia di circa 75 km e si ricarica dalla spina di casa in 3 ore. La velocità massima raggiungibile è di 45 km/h, proprio come con la Zero.

Il prezzo base di listino parte dai 7200 euro della versione Ami Ami, che scende a poco più di 5000 euro con gli incentivi, fino agli 8600 euro di My Ami Vibe.

zero di eli electric vehicles dettagli

Si può ricaricare da casa?

Ci sono due opzioni quando si tratta di ricarica a casa: è possibile utilizzare il caricabatterie lento fornito con il veicolo o far installare una wallbox. Il primo utilizza una spina standard per prendere l’energia dalla tua alimentazione domestica, inoltre è semplice da usare ed estremamente portatile.

Tuttavia, con le dimensioni delle batterie in continuo aumento, queste unità possono impiegare più di 24 ore per fornire una carica completa. Di conseguenza i produttori raccomandano che vengano usate solo per emergenza.

Una scommessa migliore, specialmente se sei impegnato nell’uso quotidiano dei veicoli elettrici, è un caricatore wallbox. Installato sul lato della tua casa o in un garage, è in grado di fornire tempi di ricarica più rapidi in modo sicuro e affidabile. È anche più facile da usare e non richiede numerosi cavi che partono dalla casa.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Addio V8: Toyota presenta il suo primo pick-up ibrido

Citroën soddisfatta delle vendite europee della sua nuova C4 elettrica

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media