Ogni volta che ci mettiamo alla guida per un viaggio più o meno lungo, l’abitudine è di controllare il traffico. Nell’era degli smartphone sono diverse le possibilità di controllo del traffico, ma c’è ancora chi ama ascoltare gli aggiornamenti radio. Scopriamo quali sono i mezzi per apprendere le news.

Traffico autostrada

La radio. Ciò che non manca mai nelle vetture di tutto il mondo. Inevitabilmente ogni volta che si è alla guida, la radio è sempre accesa. Ed inevitabilmente tutti abbiamo la tendenza ad ascoltare le notizie legate alla viabilità. Da qui l’idea della Rai di creare una stazione radio appositamente basata sulle informazioni legate alla viabilità. Era il 1989 quando nacque Rai Isoradio, un canale radiofonico di pubblica utilità. Il nome deriva dal fatto che fu la prima radio trasmessa in isofrequenza, ovvero sulla stessa frequenza in diverse regioni. Nel corso del tempo si preferì variare la frequenza di zona in zona per evitare delle interferenze con frequenze di altri operatori.

La frequenza nazionale è 103,3 MHz ma, come già detto, varia da città a città o addirittura da tratta a tratta. Con la ricerca automatica, una volta impostata la stazione desiderata, non c’è più il problema di doverla cercare in continuazione. A Milano si può ascoltare sui 103,2 MHz, mentre a Roma sui 103,5 MHz. Isoradio copre più di 1500 km di autostrade, tra cui anche circa 160 gallerie. Unica radio ad essere ascoltata anche in galleria. Isoradio diffonde le informazioni princpalmente di Autostrade per l’italia e di anche altre tratte gestite da operatori diversi. Un’altra radio che si occupa di reperire informazioni ogni ora è RTL sulla frequenza 102,5 MHz. Altre stazioni locali si occupano del traffico in determinate zone del Paese.

Traffico in tempo reale

Il sito di Autostrade per l’Italia aggiorna costantemente la situazione della viabilità sulla propria rete. Su www.autostrade.it è possibile vedere il traffico in tempo reale, visionando anche le varie webcam dislocate sulla rete autostradale. Nel dettaglio, ogni ente privato sul proprio sito internet garantisce informazioni in tempo reale del traffico sulla rete gestita.

Negli ultimi anni Google ha implementato nel servizio Google Maps la funzione traffico. Grazie alla geo localizzazione degli smartphone è possibile avere in tempo reale la situazione del traffico e tempi di percorrenza. Il margine di errore è di poche decine di metri.

App my way

Nell’era degli smartphone, non è mai stato così facile avere informazioni dettagliate sul traffico. La prima app di informazione è sicuramente quella della già citata Google Maps. Situazione della viabilità e tempi di percorrenza sono costantemente aggiornate secondo per secondo.

Un’altra app molto utilizzata è Waze. Un’applicazione gratuita che si basa sul crowdsourcing. Fornisce informazioni aggiornate sul traffico ed avvenimenti in tempo reale grazie agli utilizzatori. Waze permette agli utilizzatori di interagire segnalando errori di navigazione, mappatura ed incidenti stradali. Anche autostrade per l’Italia ha una propria applicazione denominata My way. Diversamente però dalle due app citate precedentemente, My way è poco utilizzata in quanto presenta degli errori di sistema.

Ti potrebbe interessare anche

Commenti