Audi GrandSphere concept: Ingolstadt si aggiorna in prima classe

Un "semplice" concept si trasforma in una meravigliosa realtà.

Audi ha costruito un jet privato per la strada: questa è la Audi GrandSphere, un’enorme concept car autonoma a batteria elettrica. La nuova creatura è stata progettata per spingere il marchio fuori dalla classe business e nel territorio delle auto di lusso.

Stabilisce quindi una nuova direzione di design per Audi, e introduce il modo in cui fornirà l’autonomia di livello 4 negli anni a venire. Anche se è solo un concept, la GrandSphere dovrebbe sostituire la berlina A8 intorno al 2025.

Audi GrandSphere: design

La GrandSphere neo-GT a cinque porte, che alla fine sostituirà la berlina A8, misura 5350 mm di lunghezza ed è larga ben due metri. Vanta un’altezza di 1390 mm come un’auto sportiva e dispiega un enorme passo di 3190 mm.

Dal davanti, la griglia “singleframe” assume un design diverso. L’enorme parabrezza si fonde senza soluzione di continuità con un altrettanto enorme tetto panoramico. Inoltre, le sottili luci posteriori portano sfumature di BMW Z8 e Jaguar F-Type.

Abbinati alla grandezza generale sono le dominanti ruote da 23 pollici ispirate all’esercizio di design dell’Audi Avus del 1991. Sono rivestite di Pirellis, e i cerchi possono essere dotati di lame aerodinamiche in fibra di carbonio che riducono la resistenza aerodinamica.

“Ho disegnato centinaia di auto, ma non sono mai stato così orgoglioso del mio lavoro come lo sono ora con l’introduzione del concetto GrandSphere”, dice Marc Lichte, capo del design Audi. “Normalmente, quando progettiamo un nuovo modello, iniziamo con l’esterno”, spiega Lichte. “Questa volta, invece, l’auto è stata progettata dall’interno“.

Quindi… com’è l’interno?

Entrate nell’enorme abitacolo attraverso le porte posteriori incernierate in uno spazio senza pelle.

È pieno di materiali riciclati e con impiallacciature di legno provenienti da alberi di carpino di “coltivazione sostenibile”. I sedili sono abbastanza reclinabili da farvi sentire come se steste sonnecchiando su un volo a lungo raggio dopo il secondo cocktail.

Non avete voglia di fare un pisolino? Allora controllate invece la zona di proiezione a tutta larghezza precedentemente conosciuta come cruscotto. Quest’ultimo fornisce l’accesso on-demand: potete fare una videoconferenza, riprodurre un film o visualizzare una superficie virtuale di scelta. Come l’attuale A8, il modello di prossima generazione può ovviamente anche essere un’auto per il buon vecchio pilota.

Durante il rapido ma complesso processo di conversione, un piantone dello sterzo multilink si dispiega dal suo incavo nella parte inferiore del montante A. Il volante quartico rivestito di caucciù nero si alza in posizione verticale, e dietro di esso appare un monitor oblungo che sostituisce sia la classica strumentazione in plancia che l’head-up display secondario.

Audi GrandSphere concept

Sarà mai reale?

Lo sarà. Audi dovrebbe sostituire la A8 con questo modello, anche se con alcune modifiche. “Intorno al 2025, vogliamo avere un nuovo veicolo posizionato nel segmento delle auto di lusso”, dice il capo del design esterno, Philipp Romers. “Vogliamo portare in produzione il maggior numero possibile di questi elementi di design”.

Avete bisogno di altre prove? Il capo di Romers ha affermato: “Concept non è proprio la parola giusta, perché quello che vedete qui è molto, molto vicino alla realtà“, dice Lichte. “Circa l’80 per cento del design è un riporto diretto, compresi gli interni radicalmente rivisitati. Solo il frontale cambierà, adottando alcuni elementi dello SkySphere”. La versione di produzione dovrebbe anche rimanere fedele alle porte a cerniera anteriore e ai montanti B di rinforzo, piuttosto che avere le porte posteriori ad apertura posteriore del concept.

La chiave di tutto questo è il Progetto Artemis dell’Audi, il progetto segreto che sviluppa piattaforme elettriche a batteria di prossima generazione e che inizierà a dare i suoi frutti nei prossimi anni. La piattaforma è uno sforzo combinato con Porsche e, con il concept GrandSphere, ha un pacco batterie da 120kWh e un motore elettrico su ogni asse per l’aderenza e-quattro, sospensioni pneumatiche attive e sterzo a ruota posteriore. Audi dice che il concetto GrandSphere ha 710bhp, 679lb ft, un tempo 0-62mph sotto i quattro secondi e una gamma dichiarata di 466 miglia.

E l’autonomia di livello 4? Lo scopo di questa serie di concept car “Sphere” è anche quello di mostrare come Audi sarà pronta per quando la tecnologia entrerà in funzione. Aspettatevi di vedere una versione reale della GrandSphere nel 2025.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La nuova Dacia Jogger è una monovolume a sette posti di grande valore

Nuova Mercedes AMG GT quattro porte: la 63 S plug-in ha 831 CV

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media