Notizie.it logo

Bollo auto: cos’è e come si calcola

Bollo auto: cos’è e come si calcola

Il bollo rappresenta una delle tassazioni che gravano sui veicoli, interessa auto, moto e veicoli di ogni categoria ma presenta delle eccezioni.

Il bollo, croce e delizia dell’automobilista, è in buona sostanza una tassa che il proprietario di un veicolo è tenuto a pagare, l’incasso della tassa stessa va a favore delle regione in cui viene pagata. In passato definita (e fortemente contestata per questo) ‘tassa di circolazione’, adesso è più in linea con una tassa di proprietà vera e propria.

In parole molto spicciole il bollo viene pagato per il solo fatto di essere proprietari di un determinato mezzo, che sia esso un’auto, una moto, un camion od un veicolo di qualsiasi genere. Gli introiti per le casse regionali derivanti dal bollo rappresentano una buona fetta del bilancio, se non fosse che i dati alla mano dimostrano un’evasione massiccia di questa tassa.

In passato gli archivi cartacei favorivano molto di più l’evasione, al giorno d’oggi con la moderna tecnologia è abbastanza facile vedersi recapitare al proprio indirizzo una busta con dentro il conto da saldare se non si è pagato uno o più bolli in passato.

Il pagamento del bollo non è uguale per tutte le regioni ed il calcolo dello stesso varia di conseguenza. Fattore determinante nel calcolo dell’importo del bollo è l’impatto ambientale del proprio veicolo: se si possiede ad esempio un’auto Euro 6 si pagherà di meno rispetto ad un’auto di pari livello ma Euro 2. Altro parametro fondamentale è la potenza in Kw del veicolo.

Il calcolo dell’importo del bollo va fatto moltiplicando la potenza in Kw del mezzo per il coefficiente regionale (che tiene conto dell’impatto ambientale del mezzo).

Ogni regione italiana possiede specifici coefficienti ed il calcolo della tassa è in funzione della regione dove è avvenuta la prima immatricolazione.

Regime diverso possiedono i mezzi ultratrentennali o di interesse storico; se sono utilizzati per circolare godono di un regime ridotto, se invece non vengono utilizzati per la circolazione sono esenti dalla tassazione.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche