Sospensioni e ammortizzatori: differenze

Chi non è esperto di auto spesso confonde le sospensioni con gli ammortizzatori. Sono diversi ma entrambe importanti.

Sia le sospensioni che gli ammortizzatori sono fondamentali non solo per le prestazioni, ma anche per la sicurezza dei veicoli, in quanto servono a garantirne la tenuta di strada.

Le sospensioni sono costituite da componenti elastiche che collegano il telaio della macchina alle ruote. La loro funzione è quella di assorbire i colpi e le sollecitazioni provenienti dal terreno. Hanno questo nome perché separano le “masse sospese” da quelle “non sospese”. Sul mercato se ne trovano di diversi generi.

Gli ammortizzatori invece, sono componenti associati alle sospensioni che ne attenuano e rallentano il movimento. Assorbono quindi le oscillazioni e gli urti, e così come i precedenti elementi, anche gli ammortizzatori se ne trovano di diversi tipi.

Le sospensioni

Per capire l’importanza delle sospensioni, basta pensare a come sarebbe la macchina se collegata direttamente alle ruote. In pratica, i loro movimenti sarebbero trasmessi interamente al telaio, quindi riuscire a controllare il mezzo sarebbe pressoché impossibile.

Inoltre, chi si trova all’interno dell’abitacolo affronterebbe un viaggio impossibile e per di più pericoloso.

Si dividono in:

  • a molle;
  • a balestra;
  • a barre di torsione;
  • pneumatiche.

Senza dubbio le più usate sono quelle a molle elicoidali, basate su molle a compressione.

Advertisements

Per evitare la flessione laterale, sono dotate di una guida. Le molle poi, si dividono in: lineari (a flessibilità costante) e progressive (a flessibilità variabile).

Gli ammortizzatori

Gli ammortizzatori hanno il compito di rallentare e attenuare il movimento delle sospensioni.

In loro assenza, il comfort di guida sarebbe inevitabilmente compromesso. E, in casi più gravi come ad esempio la presenza su strada di una buca più ampia della norma, le ruote potrebbero staccarsi dal mezzo.

Ovviamente le conseguenze sarebbero molto pericolose.

Anche gli ammortizzatori si dividono in diverse tipologie:

  • idraulici;
  • magnetici;
  • pneumatici;
  • frizione.

Ultimamente, stanno suscitando molto interesse gli ammortizzatori pneumatici. Il loro funzionamento si basa sulla presenza di un gas elastico che permette agli ammortizzatori di essere usati anche come sospensioni.

In conclusione, la principale differenza tra sospensioni e ammortizzatori è che le prime assorbono gli urti, ma non possono funzionare senza i secondi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ammortizzatori scarichi: sintomi e pericoli

Cambio gomme: quando farlo

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media