Interni dell’auto: pulizia e preservazione dei sedili in alcantara

I sedili in alcantara conferiscono all'auto quel tocco in più di raffinatezza, essendo un tessuto di pregio e molto elegante. Come pulirlo? Scopriamolo.

Quando si decide di acquistare un’auto, oltre alle varie caratteristiche tecniche di base di una vettura, cerchiamo sempre dettagli che possano rappresentare eleganza e bellezza, così da esprimere al meglio il proprio concetto e la propria idea di fascino.

Cos’è l’alcantara?

L’alcantara è un tessuto ricavato da vari processi di tessitura e drenatura, studiati appositamente per creare una fibra resistente e delicata allo stesso tempo. Senz’altro elegante, esclusivo e raffinato, l’alcantara dona all’auto un senso di comfort e finezza, bello da vedere e soffice al tatto, poichè riesce a trasmettere la sensazione di scamosciato. Sicuramente, l’alcantara rientra nel catalogo di tessuti che possiedono, oltre al fascino, anche alcune peculiarità di delicatezza.

In questo senso, è molto importante conoscere le giuste modalità di pulizia di questo materiale, per preservarlo al meglio e valorizzarlo nella maniera corretta.

Come e quando pulire i sedili in alcantara?

I sedili in alcantara richiedono, oltre ad una particolare attenzione ad eventuali macchie accidentali, un’adeguata pulizia, poichè si tratta di un materiale alquanto delicato.

Possiamo decidere di attuare una pulizia giornaliera, per preservare gli interni della nostra auto, oppure una pulizia più accurata e profonda su cadenza annuale che prevede l’utilizzo di specifici prodotti.

Se decidiamo di igienizzare i sedili in alcantara giornalmente, farlo è molto semplice. Innanzitutto, bisogna rimuovere la polvere in eccesso o eventuali briciole, in modo da evitare che si accumulino nel tempo. Dopo questa operazione, basterà passare delicatamente un panno asciutto o leggermente inumidito con acqua tiepida per rimuovere eventuali residui.

Se, invece, decidiamo di attuare una pulizia più profonda una o due volte all’anno, bisogna affidarsi a prodotti adeguati per non rischiare di rovinare il tessuto. La pulizia annuale può essere fatta in modi differenti:

  1. se si tratta di un tessuto sfoderabile, allora è possibile rimuoverlo e lavarlo in lavatrice con un detersivo delicato a 30°, facendo ben attenzione a non utilizzare la centrifuga. Dopodichè, lasciarlo asciugare all’aria e, se vogliamo, stirarlo ad una temperatura non superiore ai 100°, ponendo un panno bianco tra il tessuto in alcantara e il ferro da stiro.
  2. Se il tessuto non è sfoderabile, allora il procedimento sarà identico a quello della pulizia giornaliera, con l’aggiunta di un prodotto che sia specifico per tessuti. Attenzione a scegliere il tipo di smacchiatore o detergente ideale: questi non devono essere aggressivi per non incorrere in spiacevoli sorprese. Inoltre, ricordate sempre di non strofinare con forza, ma di detergere il tessuto in alcantara con delicatezza.

In caso non riusciate a trovare un prodotto che sia specifico per questo determinato tessuto, potete utilizzare alcol etilico, acqua tiepida o succo di limone, a seconda dell’entità della macchia in questione.

Scritto da Anna Gatto
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Patente a punti: come funziona e come controllare i punti

Honda SH 350: uno scooter per città e autostrada

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media