Lucidare l’automobile: i consigli fai da te per il successo

Desideri che la tua automobile sia sempre splendente? Scopriamo come puoi lucidare l'auto in autonomia e avere sempre una carrozzeria perfetta

Per molti automobilisti, la vettura deve essere sempre pulita e in ordine. Se anche tu ti ritrovi tra questi, questa guida può interessarti: stiamo infatti per vedere come si possa lucidare l’auto in autonomia e ottenere ottimi risultati.

Leggi anche: Come pulire i fari dell’auto: la tecnica ideale per non graffiarli

Come lucidare l’auto fai da te

Non dobbiamo cominciare da subito con la lucidatura; prima di tutto l’auto va accuratamente lavata e asciugata. L’esterno deve essere infatti lindo o non potremmo renderlo lucido. Utilizziamo acqua e un prodotto che non produca troppa schiuma – se ne trovano in commercio, a prezzi leggermente maggiori di quelli che non presentano la stessa caratteristica – e cerchiamo di farlo all’ombra; il sole non è un buon alleato perché può produrre asciugature impari, lasciando macchie e aloni.

Idealmente il lavaggio dovrebbe avvenire in tre fasi: sciacquata con acqua; seconda passata con utilizzo di acqua mischiata a sapone stesa con una spugna morbida e gentile sulla carrozzeria; risciacquo accurato per eliminare ogni residuo di sporco e sapone.

Importante: evitiamo di lavare se l’auto è stata fermata da poco e dunque il motore è ancora caldo oppure se è stata esposta al sole a lungo. Una temperatura elevata delle superfici potrebbe far evaporare la schiuma troppo velocemente, facendola seccare sulla carrozzeria.

Passiamo ora all’asciugatura. Non si tratta certamente di un passaggio divertente ma è fondamentale in ottica lucidatura dell’automobile. Procuriamoci dei panni puliti, in microfibra – anch’essi disponibili in commercio qualora non ne avessimo a disposizione – e muoviamoci rapidamente, senza lasciare aloni. Solitamente si parte dall’alto, asciugando prima il tetto.

Come muoversi e con quali prodotti?

Arrivati a questo punto possiamo davvero iniziare a lucidare l’automobile. Dapprima passiamo il polish; un prodotto contenente sostanze abrasive, protettive e lucidanti, che rappresenta il primo step di questa operazione.

Esso va steso con panno morbido e pulito ed utilizzato con parsimonia.

Pazientiamo fin quando il polish sarà stato assorbito e stendiamo la cera protettiva. Distribuiamola con movimento circolare e uniforme, muovendoci per compartimenti: prima una portiera, poi l’altra, e via così, concentrati sul singolo componente. Va considerato che una lucidatura efficace dovrebbe richiedere circa un’ora di tempo. Essa può essere manuale oppure tramite lucidatrice. Quest’ultima è uno strumento ideale, in quanto aumenta l’uniformità della distribuzione. Nulla toglie però che si possa ottenere pressoché lo stesso risultato anche a mano, prestando maggiore attenzione al nostro operato.

Dopo aver applicato la cera, noteremo uno strato trasparente, piuttosto sottile, a protezione della vernice originale. A questo punto, la lucidatura può dirsi completa.

Leggi anche: “Spia motore gialla: cosa fare in caso di accensione

Scritto da Mattia Mezzetti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Spia motore lampeggiante: cosa fare e come comportarsi

Honda CB 300 R, la piccola neo-classica

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media