Notizie.it logo

Formula 4: tutte le informazioni su questa categoria

Formula 4: tutte le informazioni su questa categoria

Il campionato di Formula 4 è il primo campionato a Formula dopo le gare di Kart. Nel panorama FIA e per la carriera di un pilota questo passaggio è di grande importanza.

Le differenze che si riscontrano con la Formula 1 sono simili a quelle che rileviamo tra tutti i campionati propedeutici e la massima Formula nel panorama FIA.

Che differenza c’è con la Formula 1?

La F4 è una categoria automobilistica varata dalla FIA nel 2013. Essa è nata con l’obiettivo di creare una categoria propedeutica alla Formula 3, spazio fino ad oggi occupato da categorie nazionali o monomarca.

Già esisteva un’altra categoria automobilistica britannica denominata Formula 4 sotto l’egida del British Racing Drivers’ Club (BRDC), ma con regole diverse rispetto a quelle della FIA. Il circuito messo in piedi dal BRDC era un’organizzazione nazionale: in pratica, una delle tante categorie che la FIA punta a sostituire e unificare con la nuova F4.

Nel tentativo di incentivare il passaggio dai Kart alle vetture di Formula, il regolamento FIA si basa principalmente sul contenimento dei costi, al punto che una vettura pronta per la gara deve costare al massimo 40.000 euro. In sintesi sono queste le differenze più grandi riscontrabili con la Formula 1, dove gareggiano monoposto estremamente più dispendiose. La vettura senza motore dovrebbe costare al massimo 33.000 euro, con standard di sicurezza pari a una vettura F3. Rimane a discrezione degli organizzatori del singolo campionato valutare se scegliere un unico fornitore o ammettere tutti quelli che sono in grado di produrla secondo i regolamenti e rimanendo entro i costi previsti.

Il motore scelto deve essere monomarca per ciascuna serie, con una potenza massima che va da 140 a 160 CV; esso dovrebbe costare al massimo 7.000 euro e poter garantire una percorrenza di 10.000 Km senza necessità di revisioni

Il calendario delle gare della Formula 4

Dal 2015 l’ADAC sport organizza il campionato tedesco di Formula 4, che è andato a sostituire la Formula ADAC.

Questo ciclo di gare è articolato su 8 eventi, di cui 2 al di fuori della Germania. Le vetture scelte per il campionato sono le stesse del campionato italiano: le Tatuus a motore Abarth.

Non abbiamo dunque un solo campionato di Formula 4. ma sono diversi i campionati di Formula 4 organizzati dalla FIA. Nell’ordine esistono:

  • Formula 4 Sudamericana, un campionato che si articola tra Argentina, Brasile e Uruguay;
  • Italian F4 Championship, che comprende gare solo sul territorio italiano;
  • ADAC Formula 4, che si svolge tra Germania, Austria e Paesi Bassi;
  • Australian F4 Championship, campionato le cui gare si svolgono tutte in Australia;
  • FIA F4, che comprende gare che si svolgono in Cina;
  • SMP F4 Championship, le cui gare si svolgono tra Russia, Finlandia, Estonia, Svezia;
  • South East Asia Formula 4 Championship, campionato che si articola tra Malesia, Filippine, Indonesia r Thailandia;
  • Spanish Formula 4 Championship, con corse che si svolgono tra Spagna e Portogallo.

I campionati di Formula 4 si svolgono anche in Messico, Emirati Arabi e Danimarca.

Ricordiamo che l’abbinamento telaio – motore varia da campionato a campionato, fermo restando che è uguale per tutti i partecipanti ad ogni specifico campionato preso in esame.

I principali piloti della Formula 4

Tra i principali attuali piloti di Formula 4 ricordiamo: Lous Gachot, belga che corre per il team Van Amersfoort Racing; Simone Cunati, italiano che corre per il Team Vincenzo Sospiri Racing ; Sophia Floersch, tedesca che corre per il team BWT Mucke Motorsport.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.