I dieci migliori concept retrò di auto: la classifica

I migliori concept, tra passato e futuro.

A volte la migliore preparazione per un enorme salto nel futuro è uno sguardo agli splendidi concept retrò.

Ecco quali sono i migliori.

Abarth 127

Non esisteva una versione Abarth della Fiat 127 dei primi anni ’70, ma questo non ha impedito al designer industriale David Obendorfer di immaginare come potrebbe essere oggi una versione retrò.

Ha un talento per queste cose – guardate anche le sue rinate Renault 4 e Fiat 600.

Audi Rosemeyer

Prima della R8 c’era questa bestia ispirata alle Silver Arrows, chiamata così in onore del pilota Bernd Rosemeyer e riempita con otto litri di motore W16. Ha fatto scalpore nelle sale d’esposizione nel 2000, ma è stata ritenuta troppo costosa da costruire. Alcune delle sue idee sono presto filtrate nella R8, però.

BMW 1 Hommage

Le ghiandole salivari sono andate in overdrive quando BMW ha tirato fuori la M1 Hommage a Villa d’Este nel 2008, mescolando tocchi moderni con riferimenti all’originale a motore centrale degli anni ’70. BMW ha scelto di non costruirla, ma invece ha fatto qualcosa di ancora più coraggioso realizzando la i8 ibrida.

Miura Concept

Quarant’anni dopo che la Lamborghini aveva creato la supercar, il comandante del design Walter de Silva consegnò una splendida reinterpretazione della Miura nel 1996.

La meccanica Murcielago significava che era fattibile, ma il capo Stephan Winkelmann ha posto il veto: la Lamborghini riguarda il futuro, ha insistito, non il passato.

VW Ecoracer

Dal 2005, la EcoRacer in fibra di carbonio era un banco di prova mobile per nuove idee, e molto carina. Con un peso di soli 850 kg e un motore 1.5 TDI, poteva raggiungere le 62 miglia orarie in 6,3 secondi, con un picco di 143 miglia orarie e una media di 80 miglia orarie.

Passava anche da coupé a roadster a speedster.

Infiniti 9

Creare un concept che faccia riferimento agli anni ’40 quando il tuo marchio ha solo 18 anni è un po’ difficile, ma Infiniti ha fatto proprio questo con la sua Project 9. L’acciaio modellato a mano è avvolto intorno al powertrain della Nissan Leaf con grande effetto – peccato che il mercato delle auto da corsa EV a due posti in stile anni ’40 sia così piccolo.

concept retrò

Ford 021C

Scegliereste il designer della vostra prossima concept car sulla base del fatto che ha creato una chaise longue per un video di Madonna? Erano gli anni ’90, dopotutto. J Mays della Ford ha chiesto a Marc Newson di creare un’auto per gli anni 2000 come se fosse un vicino di casa di George Jetson. Il risultato sembra notevolmente contemporaneo.

Ford GT

La Ford GT40 degli anni ’60 era una stranezza vincitrice di Le Mans e una fonte di orgoglio duraturo per i vertici di Dearborn. Non volevano lasciar perdere. Una serie di concept – compresa questa del 2002 – è stata seguita dalla versione di produzione del 2004 e poi da un’altra ancora più selvaggia quest’anno.

Land Rover DC100

Questo concept del 2011 non è retrò come le altre auto qui; è stato semplicemente progettato per sembrare il sostituto naturale di un’auto di produzione attuale che all’epoca aveva 63 anni. Sostituire il Defender deve essere il lavoro più difficile dell’automobilismo – è già in ritardo di due anni.

Nissan IDX

Con la 370Z che si avvicina alla doppia cifra, è tempo per una nuova auto sportiva accessibile da Nissan. Non c’è da stupirsi che la concept IDx ispirata alla Datsun 510, apparsa per la prima volta al salone di Tokyo del 2013, abbia avuto un tale successo. Ma quelle fastidiose finanze hanno scuotato un altro gioiello.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LMDh: novità per Le Mans del 2023

Le auto dai grandi motori a benzina: classifica

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media