KTM 690 SMC R, una moto appagante su tutti i tracciati

Scopri i dettagli tecnici e le novità di KTM 690 SMC R che si è completamente rinnovata nel motore e nell'elettronica

KTM 690 SMC R: la ‘R’ aggiunta al nome sta ad indicare una immediata differenza con i modelli precedenti e infatti su questa moto sono state apportate significative modifiche a partire dalla cilindrata, dai valori di potenza e di coppia, dalle sospensioni che ora risultano più solide e da una sella più bassa.

KTM 690 SMC R, tutte le novità

KTM 690 SMC R è stata aggiornata in modo sostanzioso: il motore monocilindrico LC4 arriva a 690 cc che aggiungono 3 cavalli alla potenza massima per un totale di 66,5 CV; la coppia aggiunge 4 Nm ai valori del precedente modello toccando ora 68 Nm.

Gli intervalli di manutenzione si diradano nel tempo e sono fissati ogni 10.000 km e anche i consumi risultano ridotti.

Il modello assorbe molto bene le vibrazioni diminuendo l’affaticamento fisico del pilota che è adeguatamente assistito anche dall’elettronica equipaggiata (che è disinseribile), a partire dal ride-by-wire, dalla gestione motore che si adatta a ogni tipo di percorso e condizione e che consente una guida appagante anche a bassi regimi, grazie alla sua capacità di accelerazione sensibilmente migliorata.

Elettronica su misura del pilota

KTM 690 SMC R può essere condotta nella modalità Street per avere un acceleratore più sportivo dove vengono ridotte impennate e slittamenti per ottimali prestazioni su asfalto; in questa modalità l’ABS viene disattivato nella ruota anteriore e posteriore.

Optando invece per la mode Supermoto si ha una risposta più morbida nell’accelerazione con il controllo di trazione che permette lo slittamento e il sollevamento della ruota anteriore mantenendo le prestazioni. I due ride mode possono essere selezionati semplicemente dal manubrio durante la marcia.

Maneggevole e sicura

Come KTM ci ha abituati nei suoi modelli più sportivi, anche in questo caso la natura di KTM 690 SMC R è subito riconoscibile dalla livrea arancione.

Grazie agli interventi su forcella e ammortizzatore è stato possibile ridurre l’altezza della sella a 89 cm, 1 cm in meno rispetto alla versione precedente.

Il peso dichiarato è eccezionale, appena 139,5 kg con carburante e gli altri liquidi. Per quanto riguarda l’impianto frenante nella parte anteriore troviamo una pinza Brembo radiale con disco da 320 mm. Il prezzo di partenza è di 11.390 euro.

Scritto da Elena Piu
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Peugeot Tweet 50 2021, una gamma colorata e giovanile

Triumph Bonneville Bobber Black 1200, ancora più muscolare e potente

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media