Quali sono i limiti di velocità per i motocicli?

Limiti di velocità motocicli: norme da rispettare e casi particolari

I motocicli per definizione comprendono tutti i veicoli a due ruote con una cilindrata superiore ai 50 centimetricubi: quali sono i limiti di velocità specifici che sono tenuti a rispettare coloro che guidano mezzi fi questa categoria? A tale proposito dunque è opportuno ricordare che i ciclomotori, i quad, i tricicli e i quadricicli a motore non rientrano in tale categoria.

I limiti di velocità motocicli: norme generali

I principali limiti velocità per i motocicli rientrano in quelli generali applicati anche alle autovetture, autocaravan e autocarri fino alle 3.5 tonnellate di peso e quindi:

  • 50 km/h nei centri abitati (strade urbane);
  • 70 km/h nelle strade urbane in tratti particolari riconoscibili da apposita indicazione segnaletica;
  • 90 km/h nelle strade extraurbane secondarie;
  • 110 km/h nelle strade extraurbane principali (i limiti di velocità motocicli e degli altri mezzi diventano 90 km/h in caso di pioggia, grandine o neve e 50 km/h in caso di nebbia fitta con visibilità al di sotto dei 100 metri);
  • 130 km/h nelle autostrade (che scendono a 110 km/h in caso di meteo avverso quindi pioggia, grandine o neve e 50 km/h in caso di nebbia fitta con visibilità al di sotto dei 100 metri);
  • 150 km/h nelle autostrade in tratti particolari riconoscibili grazie ad apposita segnaletica.

Norme più severe per i neopatentati

Le norme sui limiti di velocità che abbiamo elencato nel paragrafo precedente sono valide per tutti coloro che hanno conseguito da almeno 3 anni la patente (fa fede la data indicata sulla propria patente di guida) e in funzione della loro maggiore esperienza come conducenti, non rientrano nella casistica dei neopatentati. Con l’obiettivo di promuovere una maggiore sicurezza sulle strade, i limiti di velocità motocicli per i neopatentati sono differenti (così come accade per gli altri mezzi che rientrano nella medesima categoria fino alle 3,5 tonnellate) e prevedono nello specifico:

  • 90 km/h anzichè 110 km/h nelle strade extraurbane principali;
  • 100 km/h anzichè 130 km/h nelle autostrade.
    Advertisements

In caso di mancato rispetto dei limiti di velocità motocicli, sono previste (sia per i neopatentati, sia per i conducenti più esperti) sanzioni equivalenti a quelle comminate per le violazioni commesse a bordo dei veicoli rientranti nella medesima categoria normativa.

Scritto da Elena Piu
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le auto di Elettra Lamborghini: quali ama guidare?

Le auto di Insigne: tra super car, suv e city car

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media