L’ultimo brevetto di GM: due porte di ricarica su un veicolo!

L'ultima novità di GM? Due porte di ricarica, per fare il pieno di elettroni due volte più velocemente

GM ha rilasciato un nuovo brevetto e prevede la comparsa di ben due porte di ricarica. Le auto elettriche hanno il potenziale per diventare vere e proprie batterie esterne mobili per alimentare case o cantieri. Ovviamente non si tratta di un elemento che potrebbe sembrare essenziale per un veicolo di tutti i giorni, ma su un veicolo utilitario ha senso.

E in questo caso, perché non avere due porte di ricarica invece di una?

Questo è ovviamente ciò a cui GM ha pensato, dato che il gruppo americano ha appena depositato un brevetto che consentirebbe di sfruttare al meglio il suo pacco batterie a due stadi presente sul GMC Hummer E. Ciò, però, vale anche per i futuri Chevrolet Silverado EV e GMC Sierra EV.

GM, due porte di ricarica per una ricarica due volte più veloce

Questo famoso pacchetto ha già la capacità di dividere i suoi 24 moduli in due nel senso dell’altezza e quindi di funzionare in serie o in parallelo. Questa seconda configurazione consente una carica a 800 V, permettendo di ottenere il meglio da un terminale CC che può gestire fino a 350 kW. Non è troppo quando si dispone di una batteria da 212,7 kWh. Tuttavia, grazie a una sofisticata gestione elettronica queste due porte CCS offrirebbero ulteriori possibilità.

Ci riferiamo alla ricarica simultanea di una metà del pacco a 400 V su due terminali di potenza inferiore, anche se bisogna sperare che i cavi siano sufficientemente lunghi. GM menziona persino la possibilità di un’evoluzione in modo che le due porte possano accettare 800 V ciascuna contemporaneamente!

E non è tutto, perché con la funzione V2L è possibile erogare 400 V su ciascun lato o caricare su una porta a 800 V e fornire 400 V sull’altra per alimentare apparecchiature, accessori o persino caricare una seconda auto elettrica.

Un dispositivo di questo tipo sarebbe ideale anche per altri tipi di veicoli, come barche o treni.

due porte di ricarica GM

Non è lo stesso sistema presente nella Porsche Taycan e nell’Audi e-tron GT

Altre auto elettriche hanno già la possibilità di avere due porte, come le cugine Porsche Taycan e Audi e-tron GT, ma le somiglianze finiscono qui. Sulle due auto tedesche, dove si trovano su entrambi i lati della vettura, un lato è un CCS Combo che accetta correnti AC e DC e l’altro un Tipo 2 che tollera solo le prime. Entrambi non possono essere utilizzati contemporaneamente e, soprattutto, la carica non è reversibile.

Attenzione, però, perché il deposito di un brevetto non garantisce necessariamente l’implementazione della tecnologia su un modello di produzione.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media