Pagare con l’impronta digitale: possibile con Mercedes

La tecnologia di accesso di identificazione biometrica si sta facendo strada nell'industria automobilistica.

Pagare con l’impronta digitale, fino a qualche anno fa, sembrava un miraggio impossibile. Forse avete già familiarità con l’entrata senza chiavi (letteralmente), resa possibile dalla tecnologia NFC. Questo è ciò che permette ai clienti Tesla di aprire le loro auto con i loro smartphone, senza nemmeno avere la chiave dell’auto.

Tuttavia, da diversi anni, la comunicazione tra uomo e macchina si sta evolvendo.

Già alla fine del 2018, Hyundai ha svelato un sistema di sblocco e avvio del motore basato sulle impronte digitali sulla nuova Santa Fe. Un’opzione completamente nuova per un produttore generalista, ma limitata ad alcuni mercati asiatici. Allo stesso tempo, alla Bentley, si potrebbe già optare per un’opzione che consente di utilizzare il “dito” per bloccare lo stoccaggio sul bracciolo centrale.

Alla Mercedes si può pagare con l’impronta digitale

La tecnologia di accesso di identificazione biometrica si sta facendo strada nell’industria automobilistica da più di tre anni. Alcuni OEM stanno abbracciando questa tecnologia, che offre più un vantaggio pratico che altro. Mercedes è il primo produttore a utilizzare il Visa Cloud Token Framework. In termini concreti, il nuovo touchscreen della Classe S, Classe C e EQS ha una piccola area dove è possibile scansionare l’impronta digitale per convalidare gli acquisti online.

pagare con l'impronta digitale auto

L’impronta digitale sostituisce la convalida del codice PIN anche per le opzioni del catalogo Mercedes tramite il sistema MBUX, per i clienti che vogliono attivare alcune caratteristiche dopo l’acquisto.

Mercedes Me permette anche ai clienti di fare acquisti pratici, come il parcheggio e il carburante/rifornimento, dove l’infrastruttura lo permette.

Questa nuova funzione, che sarà lanciata in Germania e nel Regno Unito in primavera (il resto d’Europa seguirà), sarà ancora soggetta all’autenticazione a due fattori. In altre parole, la sola impronta digitale non sarà sufficiente, sarà necessario un secondo fattore di identificazione. Tuttavia, Mercedes ci assicura che il processo sarà più semplice di un classico acquisto online tramite convalida su un’applicazione di terze parti.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

BMW M SUV ibrido da svelare a fine novembre?

Nuova Toyota Aygo X: prenotazioni aperte

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media