Notizie.it logo

Parapioggia auto: come si monta e funzione

Parapioggia auto: come si monta e funzione

Esistono sul mercato da decenni e non tramontano per la loro semplicità e praticità di utilizzo: i parapioggia auto, semplici ed efficaci.

L’espressione che più si addice a questa tipologia di accessorio è davvero: semplice ed efficace. Semplice riferito alla sua natura, efficace perché sono veramente pratici. Stiamo parlando dei parapioggia per auto, detti anche in gergo deflettori anti – turbo, insomma quei simpatici accessori in plastica che vanno montati sui finestrini dell’auto e permettono di aprire il vetro anche sotto la pioggia potendo contare su un ricambio d’aria efficace.

In assenza di questo semplice accessorio nelle giornate di pioggia siamo costretti a tenere chiusi i finestrini della nostra auto, imbarcheremmo acqua in maniera evidente. Nella loro semplicità questi accessori permettono l’apertura del vetro (nell’ordine di qualche centimetro) quanto basta per creare non far viziare l’aria all’interno dell’abitacolo.

La cosa ulteriormente pratica sta nel fatto che il loro montaggio non necessita di alcuna figura specializzata, possiamo in pochi minuti montarli da soli sulla nostra auto ed in maniera impeccabile.

La cosa essenziale e che si raccomanda è che il modello scelto ed acquistato debba essere predisposto al montaggio sul nostro modello di auto, perché i parapioggia non sono universali ma specifici per ogni modello.

Acquistato per poche decine di euro (la spesa va dai 20,00 ai 30,00 euro) i nostri parapioggia non resta che montarli.

Innanzitutto occorre abbassare il vetro e pulire per bene il canale – guida. Successivamente inseriamo il parapioggia adattandolo perfettamente alla sagoma della guida. Basterà poi semplicemente fermarlo con le apposite linguette in alluminio in dotazione, l’operazione verrà facilitata con l’ausilio di un cacciavite piatto. Ripetere la medesima procedura per completare il lavoro e montare la coppia di parapioggia.

Bastano davvero pochi minuti ed il gioco è fatto. La prima giornata di pioggia sarà possibile aprire parte del nostro finestrino. Ma non solo questo: a velocità più sostenute eviteranno l’attrito del vento sugli sportelli dell’auto.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche