Notizie.it logo

Cosa fare se si perde la targa

targa

Ecco cosa fare se si perde la targa del veicolo.

Se si perde la targa? La perdita della targa al contrario di quanto si pensi è un’operazione comune. In questa guida andiamo a scoprire le procedure per il riottenimento della targa perduta. Raccomandiamo ovviamente di viaggiare con la targa in vista e pulita. Sono previste importanti sanzioni per chi circola con la targa. Lo smarrimento della targa è equivalente al circolare senza assicurazione. Alcune compagnie assicurative offrono questa copertura garantendo un rimborso spese in caso di perdita.

Cosa fare se si perde la targa

La prima cosa da fare è chiamare il corpo della Polizia Municipale sia che si tratti di perdita o furto. E’ importante denunciare immediatamente il fatto. Fornire alle autorità tutte le informazioni necessarie. Sia quelle personali che relative alla dinamica ed ovviamente al proprio veicolo. Sono tutti dati utili per la ricostruzione dell’accaduto. La procedura non cambia per il tipo di targa smarrito, sia che sia quella anteriore o posteriore.

Dopo aver effettuato la denuncia ed aver compilato il modulo di riferimento bisogna ritirare una copia dell’atto compilato ed attendere 15/20 giorni.

Il tempo necessario per escludere definitivamente la possibilità di ritrovamento della targa. Nel caso non dovessero giungere segnalazioni è bene recarsi presso il Dipartimento dei trasporti terrestri e compilare il modulo di richiesta nuova targa.

Attraverso questa procedura non si richiederà solamente una nuova targa ma si procederà ad una nuova immatricolazione del veicolo. A questa documentazione bisogna allegare una copia della denuncia effettuata presso il corpo di Polizia Locale, la vecchia carta di circolazione e le ricevute dei versamenti previsti. Per ottenere una nuova targa bisogna effettuare le seguenti spese:

  • versamento di 9€ sul cc 9901
  • versamento di 24,98€ sul cc 4028
  • versamento di 50,16€ sul cc 25202003 intestato all’ACI
  • versamento di 39,71€ sul cc 121012 intestato al Ministero dei Trasporti

Tempistiche nuova targa

Tutta la documentazione, comprese le copie delle ricevute dei versamenti, andrà allegata alla domanda di “reintegro targhe, libretto” presso il dipartimento dei trasporti. Mentre si aspetta la nuova targa è possibile circolare con una targa provvisoria.

Dovrà avere le stesse dimensioni di quella smarrita. E’ consigliabile utilizzare un pennarello indelebile e di fissarla bene sia alla parte anteriore che posteriore del veicolo.

Dopo circa una settimana dovreste ricevere la nuova targa, la carta di circolazione e il certificato di proprietà. Se avete fretta potete rivolgervi ad un’agenzia di pratiche automobilistiche. Il costo sarebbe però di 50€ che andrebbe a sommarsi a quelli sopra-citati. A voi la decisione.

Abbiamo quindi visto come riottenere in caso di perdita una nuova targa per tornare a circolare in piena legalità. E’ un processo lungo e danaroso ma non complesso. Quello che vi auguriamo è che non vi capiti mai. Se vi doveste capitare ora sapete come fare.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche