Il mercato delle due ruote accelera con i premi RC al minimo!

Come fare a portare a casa la propria polizza RC moto al costo più basso? Tutti i consigli e le novità del mercato assicurativo.

Il 2021 è l’anno della moto, con una domanda in sorprendente crescita, sia sul fronte dell’usato che su quello delle immatricolazioni. A fronte di questa rinnovata domanda di mobilità agile, tuttavia molti utenti si affacciano per la prima volta a un’offerta assicurativa in cui può essere complicato orientarsi. Come fare a portare a casa la propria polizza RC moto al costo più basso?

Dopo una breve esposizione della situazione, illustreremo come ottenere una sintesi chiara e ordinata delle migliori offerte assicurazione moto disponibili e pronte per essere valutate e acquistate. Il tutto grazie ai servizi e alle informazioni accessibili gratuitamente su piattaforme di confronto evoluto, come segugio.it, che affiancano gli utenti in una valutazione attiva e consapevole di ciò che il mercato offre.

Tuttavia, ancora non è tutto. Oggi le assicurazioni offrono opzioni un tempo inimmaginabili, tali da rendere conveniente utilizzare la propria amata due ruote in ogni occasione senza pagare una polizza di cui usufruiamo solo sporadicamente o solo in alcuni mesi dell’anno. Vedremo di cosa si tratta e come approfittarne.

Qualche dato per orientarsi
I dati del primo quadrimestre 2021 sono inesorabili: le immatricolazioni e i passaggi di proprietà delle auto hanno subito una flessione pari al -16,1% e al -6,0%, rispetto allo stesso periodo del 2019. Il confronto con il dato 2020 è meno indicativo per via del lockdown. Ma a fronte di questo decremento, le moto registrano dati molto più favorevoli, con una crescita a due cifre, del 10,2% e del 20,4%, rispettivamente.

Non meno significativo è il dato sui premi assicurativi chiesti dalle compagnie, con una flessione media del -33.1% e una punta del -57,5% dei premi RC moto, registrata in Puglia. Sul podio della convenienza altre due regioni del sud Italia: Sicilia, -43,7% e Calabria, -55,1%.

Che qualcosa stia cambiando sembra dimostrarlo anche un altro dato fornito dall’osservatorio di segugio.it: la forbice di prezzi che storicamente separa le regioni del sud da quelle del centro-nord, parlando di polizze RC, sembra essersi ridimensionata significativamente. Dati ancora di difficile interpretazione, ma che nell’immediato si traducono in una gradita convenienza delle due ruote.

La chiave del risparmio: confronta e scegli
Sarebbe bello poter affidare a qualcuno, diciamo un assistente, il compito di verificare tutte le offerte RC moto in modo che, a lavoro finito, ci possa presentare un prospetto completo, sintetico e organizzato che metta in evidenza le migliori occasioni, permettendoci, così, di concludere l’affare migliore e senza la minima fatica.

È qualcosa che un tempo sarebbe stato del tutto inimmaginabile; per ottenere tutte queste informazioni saremmo stati costretti a recarci in decine di agenzie assicurative e farci fare, in ognuna, un preventivo completo: un enorme dispendio di tempo ed energie e sempre con il dubbio d’aver tralasciato proprio quella compagnia che ci avrebbe fatto il prezzo migliore.

Oggi internet consente di reperire queste informazioni senza uscire di casa, visitando i siti di ogni singola compagnia assicurativa: un metodo che in tanti conoscono e sfruttano.

Tuttavia, le cose si sono evolute ancora. Possiamo persino evitare di visitare decine di siti web e utilizzare uno di quelli gestiti da piattaforme che tutto l’anno monitorano il mercato assicurativo, facendo peraltro tutto il lavoro per noi.

Esistono infatti online molti strumenti di comparazione, come per esempio quello di Segugio.it, che permettono, in modo molto semplice e rapido, di avere una panoramica dei prezzi e delle opportunità per le proprie esigenze assicurative.

Il servizio di comparazione è gratuito e l’acquisto della polizza può avvenire subito, direttamente online e con ricezione dei documenti via mail o via posta, oppure ci si può prendere del tempo per pensarci: è infatti possibile salvare i preventivi ottenuti dalla comparazione così da bloccare il tempo per un lasso di tempo (generalmente intorno ai 30 giorni).

Ma il risparmio non finisce qui. Confrontare le polizze non è l’unica freccia di cui disponiamo come motociclisti. Oggi le compagnie assicurative sono molto più elastiche ed è perciò possibile stipulare contratti che contemplano opzioni un tempo impossibili. Ne vedremo alcune, grazie alle quali è possibile risparmiare ulteriormente qualora si preveda di usare la moto in modo non continuativo o persino sporadicamente.

Ma se la moto non la uso tutto l’anno?
Oggi molte compagnie offrono contratti di assicurazione che prevedono la possibilità, durante l’anno di validità, di sospendere la copertura assicurativa. Vuol dire che non utilizzando la moto durante i mesi più freddi, diciamo gennaio e febbraio, è possibile chiedere alla propria compagnia una sospensione della copertura assicurativa. Per riattivarla allorché si riprenderà a utilizzare il proprio mezzo a due ruote, con un clima più clemente. La scadenza della polizza sarà prorogata, per essere rinnovata 14 e non 12 mesi dopo la stipula. Un bel risparmio!

Un’altra categoria di clienti invece utilizza la moto sporadicamente, per esempio l’estate o in vacanza, quando è ancora più godibile. In questi casi molte compagnie offrono la possibilità di stipulare contratti di durata personalizzata. Com’è facile immaginare, il risparmio sarà tanto maggiore quanto più breve sarà la durata della copertura.

Qualora si decida di utilizzare tali opzioni è bene tener presente che una moto, così come un’auto, non utilizzata ma parcheggiata in strada deve comunque essere assicurata. Viceversa, la si deve riporre in un box o in altra proprietà privata.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Yamaha Tricity 300, lo scooter a tre ruote che semplifica la vita

KTM SX 250: le caratteristiche della due ruote

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media