Quale tasso alcol non bisogna superare se si guida auto

Se avete bevuto, anche senza sentirvi necessariamente ubriachi, riflettete prima di sedervi dietro il volante della vostra vettura: potrebbe costarvi molto caro (sia economicamente che in termini di perdita della patente)!

Per i guidatori considerati esperti, il tasso alcolemico massimo consentito è di 0,5 g/litro, mentre per i neopatentati (ovvero coloro che hanno preso la patente da meno di 3 anni), per i conducenti sotto i 21 anni e per i conducenti professionali di veicoli con patente C, D, E il limite alcolico consentito è…

zero. Zero anche per i minorenni che guidano ciclomotori: se questi sono trovati positivi al test alcolemico la sanzione prevede il divieto di prendere la patente B sino a 19 anni se il tasso alcolemico è compreso tra 0,1 e 0,5 g/litro, divieto che si estende sino ai 21 anni se il tasso alcolemico è superiore a 0,5 g/litro.

Ricordiamo che, per coloro che abbiano un tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/litro la sanzione va dai 500 ai 2.000 euro, con decurtazione di 10 punti dalla patente e sospensione della stessa da 3 a 6 mesi.

Se la categoria è invece inerente a coloro che hanno tasso alcolemico obbligatorio zero la sanzione è ancora più aspra, con multe dai 667 ai 3.000 euro se non vengono provocati incidenti e da 1,333 a 6.000 euro se si incorre in incidenti.

Sanzioni progressivamente più gravi se si superano gli 0,8 g/litro fino a 1,5 g/litro (con multe sino a 3.200 euro) e per chi supera la soglia di 1,5 g/litro (con multe sino a 6.000 euro).

Pene durissime quindi per chi alza troppo il gomito, le quali obbligano a centellinare anche un buon bicchiere di vino se bevuto fuori casa.

Mirko Fabbian

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

10 sorpassi più assurdi di Michael Schumacher

Prime immagini nuova Skoda Superb

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media