Notizie.it logo

Rischi portare sci su tetto automobile

Rischi portare sci su tetto automobile

Quando si è pronti per partire in auto per godersi qualche giorno in montagna, magari sciando, si caricano gli sci sul tetto dell’auto e si parte. Quell’azione che parrebbe essere piuttosto semplice e insignificante, in realtà riveste un ruolo molto importante, in quanto nasconde diversi pericoli, soprattutto se svolta con superficialità e con poca attenzione.

Ormai manca poco alla chiusura della stagione sciistica, ma c’è chi magari per il periodo di Pasqua intende sfruttare gli ultimi giorni possibile sulla neve. Attenzione quindi a sistemare bene gli sci sul tetto dell’auto: una volta posizionati longitudinalmente, verificare che siano ben affrancati. Ci sono diversi tipi di portasci che si installano sul portapacchi, con delle apposite feritoie per inserire proprio gli sci.

Sistemazioni improvvisate e di fortuna, possono causare gravi pericoli, sia alla guida, ma anche a chi sopraggiunge da dietro.

infatti il rischio derivante da uno sci “volante” è elevatissimo, in quanto può veramente causare danni gravi a chi sopraggiunge dalle retrovie, il quale si troverebbe con un “missile” proveniente in senso opposto, andando, con molta probabilità, ad infrangere il parabrezza e facendo perdere il controllo del veicolo al guidatore. Inoltre potrebbe anche andare a colpire altre vetture o peggio motocicli, causandone la caduta.

È bene ricordare che già di per sé portare qualcosa sul portapacchi causa un incremento di consumo carburante dato che va ad incidere sull’aerodinamica. Una corretta sistemazione del carico, non è quindi soltanto principalmente una questione di sicurezza, ma è anche una questione di logica e di buonsenso.

Una sistemazione corretta significa anche limitare l’incremento del consumo carburante, oltre alla certezza di trovare gli sci una volta arrivati a destinazione, senza rovinarsi la vacanza.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.