Sepang International Circuit, storia e caratteristiche del circuito

Il Sepang International Circuit è un circuito realizzato in Malesia e inaugurato nel 1999 che ospita il campionato mondiale Superbike, MotoGp e F1.

Il circuito di Sepang, conosciuto in ambito internazionale come Sepang International Circuit, è un circuito motoristico situato nelle vicinanze di Kuala Lumpur, capitale della Maleysia afferente al distretto di Sepang, nello stato di Selangor.

Sepang International Circuit, origine e caratteristiche

Il Sepang International Circuit è stato costruito nel 1999, sfruttando le tecnologie più moderne e innovative esistenti.

Per questo motivo, nel corso degli anni, l’impianto si è trasformato in una sorta di modello, sulla base del quale sono stati progettati molti circuiti di ultima generazione. Tra le principali caratteristiche del Sepang International Circuit, riproposte poi dalle strutture realizzate in tempi più recenti, è possibile annoverare le ampie tribune o aree di servizio, come sale stampa e box, estremamente funzionali.

Il progetto relativo al Sepang International Circuit è stato affidato all’ingegnere tedesco Hermann Tilke, che successivamente si è occupato di ideare anche il circuito di Manama in Bahrain e il circuito di Shanghai.

Le strutture del Bahrain e di Shanghai, infatti, presentano svariate analogie con i bozzetti originali del Sepang International Circuit.

Lavori di ristrutturazione del tracciato

Il tracciato di Sepang, tuttavia, è stato ristrutturato nel 2016, modificando considerevolmente la propria conformazione. I lavori di ristrutturazione sono stati assegnati allo studio Dromo di Jarno Zaffelli che alterò l’aspetto di svariate sezioni della pista e, in particolare, l’ultima curva del circuito. La curva, per eliminare definitivamente i problemi di sicurezza riscontrati negli anni e azzerare la possibilità di sorpasso di quel tratto, è stata modificata con banking negativotrasformandosi nella curva più ripida del Mondiale, sia di MotoGP che di Formula 1.

I cambiamenti apportati alla curva hanno ricevuto aspre critiche dai piloti di entrambe le categorie: ciononostante, è stata classificata come una delle prove più interessanti da affrontare sia nell’ambito delle competizioni a due ruote che in quello delle competizioni a quattro ruote.

Conformazione del Sepang International Circuit

La pista principale del Sepang International Circuit è dotata di una lunghezza complessiva pari a 5.543 metri, di 15 curve notevolmente pronunciate e di due rettilinei molto spaziosi connessi tra loro attraverso un ampio e lento tornante, in occasione del quale è possibile procedere con manovre di sorpasso.

Il Sepang International Circuit ospita le gare del campionato mondiale Superbike, della MotoGp e, in contesto automobilistico, tappe della Formula 1.

Il tracciato può essere utilizzato con lunghezze ridotte usando soltanto la prima o la seconda metà della pista, meglio conosciute come “tracciato nord” e “tracciato sud”, che sfoggiano una misura totali pari a, rispettivamente, 2.710 metri e 2.610 metri.

Record del circuito di Sepang

Attualmente, il record in gara ufficiale del motomondiale stabilito sul circuito di Sepang è stato stabilito da Valentino Rossi su Yamaha YZR-M1, il 3 novembre 2019, e corrisponde a 1’59”661. Il record in gara ufficiale della Formula 1, invece, è stato registrato da Sebastian Vettel su Ferrari SF70Hl il 1° ottobre 2017, e corrisponde a 1’34”080.

Inoltre, durante una competizione di MotoGP svoltasi nella giornata del 23 ottobre 2011, il pilota italiano MarcoSimoncelli è deceduto mentre affrontava la Curva 11 del tracciato. La medesima sorte, in prossimità della Curva 10, ha riguardato anche il pilota indonesiano Afridza Munandar che, il 2 novembre 2019, ha perso la vita mentre sosteneva il primo giro della Idemitsu Asian Talent Cup.

Scritto da Ilaria Minucci
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Benelli BN 302 S, la bicilindrica A2 più economica

Bmw C400 X, comfort e sicurezza

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media