Vision S: Sony alla conquista del mondo dell’automobile?

Sony Vision S è la concept car svelata a sorpresa a Las Vegas, durante il CES dello scorso anno. Che vettura è e a quale scopo è stata svelata?

Il Consumer Electronics Show – o CES – si svolge ogni anno a Las Vegas, nel mese di gennaio. L’edizione 2021, naturalmente, si è tenuta in maniera interamente digitale e ha mostrato una comunque ingente quantità di novità.

Difficilmente però si potrà battere lo stupore generato, nel 2020, da Sony, che si presentò a Las Vegas con…

un’automobile: Vision S.

Vision S, il concept di Sony

L’auto raccoglie in sè le principali proposte e soluzioni tecnologiche sviluppate dal gigante giapponese nel campo dell’infotainment e della guida autonoma. Il veicolo non vuole essere una base per lo sviluppo di una vettura di serie, come solitamente avviene con le concept car, bensì si tratta semplicemente di una vetrina tecnologica per la multinazionale.

Vision S, interamente elettrica, viaggia ad una velocità massima di 240 km/h.

Si tratta di una cinque porte lunga quasi 5 metri – con un passo (distanza tra le ruote) di 3 metri – nata grazie ad una collaborazione tra Sony, Magna Steyr, Nvidia, Continental, Bosch, ZF e Qualcomm. Il design è tremendamente attuale.

Leggi anche: “Rischi delle auto elettriche: il risultato sulle radiazioni nocive

Le caratteristiche tecnologiche

Solitamente per le autovetture parliamo di caratteristiche tecniche, in questo caso è d’obbligo invece occuparci di quelle tecnologiche, data la particolarità assoluta del modello.

La piattaforma montata su Vision S è concepita per essere utilizzata su berline e SUV e può ospitare batterie dallo spessore veramente ridotto. Il motore si presenta con una potenza di 272 CV per asse e la vettura raggiunge i 100 km/h in meno di 5 secondi da ferma. Il dato sull’autonomia non è stato dichiarato. L’elettronica di bordo, si è scritto, è il vero fulcro di questo progetto.

Si contano ben 33 sensori a monitorare interno ed esterno; guida autonoma ed ogni funzione avanzata per i passeggeri passa da essi.

Per gestire la guida in condizioni difficili, Sony ha sfruttato le ultime conoscenze in campo tecnologico (Lidar allo stato solido). Con il software dell’anno scorso, Vision S garantisce una guida autonoma di livello 2; tutto però è stato programmato per raggiungere quella di livello 4 con successivi update.

Dove tutto è digitale

Gli schermi sono in grado di fornire informazioni dettagliate sul viaggio, l’infotainment e consentono di controllare le telecamere esterne. La plancia è interamente dominata da essi. L’impianto 360 Reality Audio offre un’esperienza di bordo superiore, grazie ai diffusori integrati nei sedili. È possibile creare un’esperienza d’ascolto personale, separata da quella degli altri passeggeri, oppure sfruttare gli oltre 30 diffusori di bordo per riprodurre i contenuti nell’intero spazio abitabile.

La connettività 5G consente gestione in remoto del veicolo, aggiornamenti over-the-air e riconoscimento del passeggero a bordo per riprodurre le sue impostazioni preferite.

Leggi anche: “Pannelli solari per le auto elettriche: gratis per sempre con Toyota

Scritto da Mattia Mezzetti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Harley Davidson Street Bob 114: tutti i dettagli sulla moto

Jeff Bezos e la sua auto perfetta: la Honda Accord

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media